Cinema

“Only The Animals”: il trailer del film con Valeria Bruni Tedeschi al cinema dal 12 maggio

Finalmente al cinema dal 12 maggio Only The Animals – Storie di spiriti amanti, tratto dal romanzo “Seules les Bêtes” di Colin Niel e presentato alla 76ma Mostra del Cinema di Venezia come film d’apertura delle Giornate degli Autori; candidato a due Premi César per il miglior adattamento e miglior attrice non protagonista a Laure Calamy, già nel cast della fortunata serie “Chiami il mio agente!” distribuita da Netflix e vincitrice del Premio Orizzonti come miglior attrice a Venezia 78.

Completano il cast la pluripremiata attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi e gli attori francesi Denis Ménochet (“Bastardi senza gloria”, “Grazie a Dio”, “The French Dispatch”) e Damien Bonnard (“Dunkirk”, “I Miserabili”, “L’ufficiale e la spia”).

Only The Animals: trama e dichiarazioni del regista Dominik Moll

Alla regia Dominik Moll (“Harry, un amico vero”, “Due volte lei – Lemming”, “Il monaco”), qui alle prese con un thriller che intreccia i destini di cinque personaggi tra il sud della Francia e Abidjan, nella Costa d’Avorio, partendo dalla misteriosa scomparsa di una donna (Valeria Bruni Tedeschi) durante una bufera di neve. Seguono così cinque storie che si dipanano avanti e indietro nel tempo per ricostruire ciò che è successo quella notte, nel corso delle quali osserviamo i pensieri e le azioni di cinque diversi personaggi, dal mondo rurale della campagna francese fino all’ambiente urbano e tropicale di Abidjan.

A Gilles Marchand e a me piaceva l’idea di raccontare attraverso questa storia le difficoltà del vecchio mondo rurale francese, ma anche la sorprendente situazione dei giovani in una megalopoli africana e questa interconnessione globale che oggi ci lega tutti. Un modo, attraverso questi personaggi singolari e i loro segreti, di evocare il mondo moderno. Per noi, il cuore della storia non sta nel risolvere il mistero della scomparsa, ma nei personaggi e in ciò che i loro viaggi rivelano sui loro rispettivi sogni e mondi. Si tratta di cinque storie d’amore, frustrate e asimmetriche, alimentate da incomprensioni, segreti, fantasie, delusioni e disillusioni.

Il regista Dominik Moll

Segui Metropolitan Magazine anche su Google News!

Back to top button