Esteri

Origine Coronavirus: creato in laboratorio, la Cina è pronta ad ammetterà l’errore

Secondo alcune indiscrezioni, Washington e Pechino starebbero trattando sulla exit strategy per chiudere lo scontro sul Covid-19.

Adv

Alla fine potrebbe aver avuto ragione Donald Trump sull’origine del coronavirus alla base della pandemia da Covid-19, potrebbe essere stato creato in laboratorio e la Cina sarebbe persino pronta ad ammetterlo, addossando però le responsabilità a degli scienziati che avrebbero insabbiato il caso. Sarebbe questa, secondo quanto scrive il TgCom24, la exit strategy di una trattativa che sarebbe in corso tra le prime due potenze mondiali per chiudere la polemica sul virus e voltare pagina.

L’ipotesi: la Cina ammette l’origine artificiale del coronavirus, ma colpa degli scienziati di Wuhan che hanno insabbiato il caso

E allora, per non arrivare allo scontro frontale, la soluzione sarebbe la seguente: la Cina riconoscrebbe che il virus SARS-CoV-2 sarebbe sfuggito accidentalmente dal laboratorio di Wuhan dove è stato studiato e gli Usa accetterebbero la versione di Pechino, che sosterrebbe di aver saputo della “fuga” del virus solo di recente e dopo oltre un anno di indagini.

Pechino garantirà inoltre, sempre secondo l’ipotesi avanzata da TgCom24, che verranno perseguiti gli scienziati e i ricercatori che hanno tenuto nascosta la verità impedendo alla Cina di informare tempestivamente gli Stati Uniti e il mondo della grave minaccia. 

Il direttore dell’Oms chiede una nuova indagine in Cina sull’origine del virus

L’argomento della possibile artificialità del virus, d’altronde, è di piena attualità. Qualche giorno fa il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha proposto una nuova missione in Cina per proseguire le indagini sull’origine del coronavirus compresi i controlli dei laboratori di Wuhan. Il direttore dell’Oms sostiene che le indagini sono state ostacolate dalla mancanza di dati grezzi sui primi giorni di diffusione in Cina.  

Nel rapporto, a lungo ritardato, pubblicato alla fine di marzo, il team internazionale e le loro controparti cinesi non hanno tratto conclusioni definitive, classificando invece una serie di ipotesi in base a quanto credevano fossero probabili, dopo quattro settimane nella città centrale di Wuhan e dintorni. Secondo il rapporto che il virus passi dai pipistrelli agli esseri umani tramite un animale intermedio è lo scenario più probabile, mentre una teoria che coinvolga la fuoriuscita del virus da un laboratorio è “estremamente improbabile”.

Adv
Adv
Adv
Back to top button