Informare

Orologi da parete per arredare casa e non solo

Gli orologi da parete sono un complemento d’arredo che non passa mai di moda e si adegua ai tempi che corrono. Se da una parte, è vero che si vive in un mondo digitalizzato è altrettanto vero che nell’ambiente domestico si continua a scandire il tempo decorando le pareti con orologi di design. Infatti, gli orologi da parete non sono solo un accessorio – come quelli che si trovano anche su FeelDesign – ma si tratta di elementi decorativi che donano stile e personalità alla parete che li accoglie e a tutto l’ambiente. Riempiono i vuoti, creano stile e soprattutto sono funzionali perché svolgono sempre la loro utile funzione di fornire l’ora esatta. Digitali o al quarzo, a pile o solari, a pendolo o statici, gli orologi da parete non devono essere sottovalutati nella scelta decorativa di una casa.

Come si sceglie un orologio da parete

Considerata, in fondo, l’utilità di un orologio a muro, non è da escludere l’idea di poterne posizionare uno in ogni stanza, adeguando la scelta agli stili e alle necessità. Certo non dovrebbe mai mancare un orologio in cucina e uno nel salotto. I modelli e gli stili da scegliere sono tantissimi, tanti quanti gli stili con cui si può arredare una casa: shabby chic, industrial, moderno, rustico o classico basta “intonare” l’orologio giusto allo stile di arredamento proprio dell’abitazione. Ovviamente, la scelta dipende anche dalla stanza in cui posizionare l’orologio da parete. Nelle camere da letto è più opportuno scegliere un orologio da ticchettio silenzioso e dai colori neutri oppure preferibilmente gli orologi con i numeri digitali e la regolazione dell’intensità della luce rispetto alle condizioni luminose della stanza il giorno e la notte. Un orologio a muro colorato, vivace e spiritoso trova la sua giusta collocazione in cucina o nella camera dei bambini, sempre che lo stile lo permetta: una cucina rustica richiede un orologio utile e spartano, così come una cucina shabby chic richiede un orologio vintage e originale. Nella zona living e nel salotto, un orologio a muro raffinato, elegante e discreto è la scelta migliore. Si potrebbe, infine, optare per una linea dettata da una passione o un interesse e quindi scegliere orologi a “tema” per gli amanti degli animali, o della musica o dei fiori. I motivi e le decorazioni sono declinati in moltissimi stili per poter essere adeguatamente collocati nei vari ambienti, pur mantenendo il fil rouge tematico.

Come si posiziona e si appende un orologio da parete correttamente

Saper posizionare correttamente un orologio a muro non è un problema secondario sia per il suo corretto funzionamento – soprattutto quelli classici a pendolo – che per la sua reale funzionalità.

Il posizionamento dipende dalla grandezza della stanza e dal resto dell’arredamento. In linea generale, l’orologio non si posiziona troppo vicino ad altri complementi d’arredo perché si trasmette un senso di confusione e sovrapposizione, si sminuisce l’importanza di un arredo a favore o discapito di un altro e soprattutto si rischia di non scorgere a colpo d’occhio l’orario, che è la sua funzione primaria. L’altezza è un altro elemento da prendere in considerazione sia della stanza che dei suoi abitanti. È importante che sia ad altezza degli occhi, ma allo stesso tempo quanto più è grande un orologio tanto più in alto deve essere posizionato soprattutto negli ambienti aperti per poter essere visto subito e da diverse angolature.

L’installazione è semplice. L’importante è che sia fissato a un perno o un ancoraggio solido che resista agli urti e alle vibrazioni.

Back to top button