Dopo la bella quanto rocambolesca vittoria ottenuta nel precedente turno con la Cittanovese, il Palermo si prepara a sfidare il Biancavilla. L’ultima gara infatti si è conclusa con un 4-2 dei rosanero in trasferta. Decisivo Floriano, autore di una doppietta, tra cui un gol al 97′ che ha chiuso definitivamente i giochi. Era stato lui ad aprire le marcature delle aquile dopo l’iniziale vantaggio dei padroni di casa. In mezzo, le reti di Langella e Peretti, che hanno fissato il punteggio in favore del Palermo. Fondamentale vittoria che, in virtà del pareggio del Savoia, lancia il Palermo a +7 dalla seconda forza del Girone I.

Dubbi di formazione

Contro il Biancavilla per mister Pergolizzi, finalmente, iniziano ad esserci dubbi di formazione. Gli infortunati stanno man mano recuperando. In primis tornerà Giovanni Ricciardo, che domenica lotterà per ottenere una maglia da titolare con Ferdinando Sforzini, che nell’ultimo periodo sta ben facendo. Quest’ultimo, infatti, ha messo a segno 5 reti nelle 12 gare in cui è sceso in campo.

Giovanni Ricciardo, però, prima dell’infortunio aveva collezionato 18 presenze segnando ben 9 gol: numeri importanti, che senza dubbio metteranno in crisi il tecnico rosanero. Il fattore decisivo potrebbe essere quindi l’ultimo provino prima della partita, in cui Pergolizzi potrà valutare se Ricciardo sarà già pronto per partire dal primo minuto.

Palermo-Biancavilla

Domenica 16 febbraio alle 14:30 il Palermo ospiterà il Biancavilla al Renzo Barbera per la 24a giornata di Serie D. Nell’ultimo turno i rosanero hanno allungato sul Savoia, fermato sullo 0-0 dal Roccella. Ora le aquile guidano il campionato con ben 7 punti di vantaggio dalla compagine campana. Quando mancano 11 giornate al termine della regular season, il Palermo potrebbe quindi iniziare a fare dei calcoli per potersi rendere conto di quanto sia effettivamente vicina e fattibile la promozione in Serie C.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA