Pallavolo

Pallavolo femminile: il Coronavirus ferma l’Europa

Nella settimana di ripresa dei campionati, la pallavolo femminile riceve lo stop per le competizioni in Europa a causa del Coronavirus. Non verranno infatti disputate tre delle quattro gare previste in questi giorni.

Il Coronavirus ferma la pallavolo in Europa

L’allarme per la diffusione del nuovo Coronavirus ferma di nuovo le partite europee per le squadre italiane. Quattro i match previsti nel turno infrasettimanale dedicato a Champions e Cev Cup, tre le gare momentaneamente rinviate; l’unica che dovrebbe scendere in campo è la formazione delle pantere di Conegliano, in trasferta contro l’MTV Stoccarda per l’andata dei quarti di Champions, prevista mercoledì 4 marzo.

pallavolo europa coronavirus
CEV Volleyball – Photo Credit: CEV Official Facebook Account

Le altre due gare di andata dei quarti di finale di Champions League sono state entrambe rinviate. La Savino Del Bene Scandicci non disputerà quindi il match casalingo contro la formazione dell’Eczacibasi Istanbul, previsto sempre mercoledì 4 marzo; causa del rinvio sono le restrizioni adottate dal governo turco nei confronti dell’Italia. Stesso motivo dunque anche per il match con protagonista l’Igor Volley Novara che non volerà ad Istanbul per affrontare il Fenerbahce il 5 marzo; queste le parole del direttore generale Enrico Marchioni:

“Sul fronte Champions League, siamo in attesa: riscontriamo massima collaborazione e un clima assolutamente positivo, sia da parte della CEV sia da parte del team turco del Fenerbahce. Ovviamente ci troviamo in una situazione che non era né prevedibile né auspicabile. Ora stiamo lavorando tutti per trovare soluzioni che possano essere le migliori possibili per le varie parti in causa”.

Stop anche per la Cev Cup

Stop di conseguenza anche per il match di ritorno dei quarti di Cev Cup tra Busto Arsizio e la Dinamo Kazan; la partita, prevista per il 4 marzo al PalaYamamay, è stata rinviata a data da destinarsi. Inizialmente c’era l’approvazione per svolgere la gara a porte chiuse, in accordo con le norme adottate dall’Italia per il contenimento del contagio; successivamente, la squadra russa ha chiesto lo spostamento della gara perché non intenzionata a intraprendere viaggi per l’Italia. Quarta gara rimandata dunque per le farfalle di Busto, gara che si aggiungerà ad un calendario già ricco di impegni.

Articolo a cura di Chiara Zambelli

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

Back to top button