MetroNerd

Parasite in Love: è questo il vero amore?

Parasite in Love è un manga tratto da una light novel, pubblicato da J-Pop in Italia il 21 aprile del 2021. A occuparsi della storia è Sugaru Miaki (che conosciamo già per Il prezzo di una vita), mentre i disegni sono stati realizzati da Yuki Hotate. La casa editrice ci offre due possibilità di acquisto, una con un box che contiene i tre volumi dell’intensa miniserie al prezzo di 19,50€ e i volumi senza box a 6,50€ cadauno.

Perché proprio Parasite in Love?

Parasite in Love: è questo il vero amore?
Fonte: j-pop.it

Immaginate conoscere la persona giusta, passare tanto tempo insieme e pian piano innamorarvi. Cosa fareste se, per puro caso, i vostri sentimenti non fossero del tutto vostri ma fossero guidati da dei parassiti che si annidano nella vostra testa?
La casa editrice J-Pop con Parasite in Love ci racconta le storie di Kengo Kosaka: un uomo affetto da una grave germofobia, di Hijiri Sanagi: una liceale che non frequenta più la scuola a causa di una fobia per cui è spaventata dagli sguardi altrui e… degli insoliti parassiti che risiedono nei loro cervelli.

Emarginati

Parasite in Love narra di due fobie intense e due persone che lo sono ancor di più. La germofobia di Kengo Kosaka è debilitante, non gli permette di avere contatti col prossimo, tutto quello che per molti altri è il quotidiano, per lui è fonte di forte paranoia. Il protagonista non lascia il suo appartamento se non munito di mascherina e guanti e ha difficoltà a mantenere un lavoro. Kosaka è disoccupato e durante il tempo libero fa il programmatore. Per puro piacere personale crea un virus, chiamato da lui Silent Night, per cui la notte del 24 Dicembre nessuno avrà la possibilità di usare mezzi elettronici con cui poter comunicare col prossimo. Virus creato principalmente per impedire alle coppie di tutto il Giappone di passare la serata insieme.

Un giorno alla sua porta si presenta un uomo di nome Izumi, che, seppur il virus non sia ancora stato lanciato in rete, ne è a conoscenza. L’uomo chiederà al protagonista di diventare amico della ragazza che l’indomani si troverà al parco Mizushina a dar da mangiare ai cigni e capire quale sia il motivo per cui lei abbia abbandonato la scuola, offrendogli anche un compenso in denaro.
Hijiri Sanagi è una ragazza molto sola, ha paura di attirare troppi sguardi su di sé e dei posti molto affollati. La sua si chiama scopofobia e l’unico suo conforto sono le cuffie che porta sempre in giro. Sanagi ha una grande passione per parassiti e insetti. Entrambi i protagonisti vivono una condizione di solitudine intensa e perenne. La ragazza, stanca dei tentativi di Izumi di rifilarle persone con cui interagire, convincerà Kosaka a darle metà del compenso in cambio della sua amicizia.

Lontano dai soliti canoni, ma il nostro era indubbiamente amore

I nostri protagonisti impareranno a conoscersi e a comprendere e rispettare le fobie dell’altro.
Il loro luogo di ritrovo sarà l’appartamento di Kosaka, dove trascorreranno la maggior parte delle loro giornate.
Lei riuscirà a farsi guardare da lui e lui riuscirà a non essere troppo preoccupato dal tocco di lei. Diventeranno amici e si daranno aiuto a vicenda per reintegrarsi nella società.
Da quello che doveva essere un percorso di riabilitazione nel mondo i due cominceranno man mano ad affezionarsi, volersi bene e infine amarsi. Si prometteranno di passare insieme la vigilia di Natale, proprio come farebbe una tipica coppia giapponese.
L’autore ci dà così un assaggio di serenità e spensieratezza, ci fa sperare che per i nostri due emarginati finalmente da qui in poi possa essere tutto in discesa. Assaggio che, purtroppo, durerà ben poco.

Siamo davvero noi a decidere di chi innamorarci?

Quando ormai i protagonisti si considerano una coppia, rivedremo Izumi che rivelerà a Kosaka una verità scioccante: “Nella tua testa si annida un nuovo tipo di parassita. Senza perdersi in lunghe spiegazioni, andando subito al punto… la tua inidoneità alla società è dovuta proprio a questo ‘verme’.”
Qui entrano in gioco i parassiti nel loro cervello, esseri che hanno il potere di influenzare i pensieri e i sentimenti dell’essere umano in cui alloggiano.
“Il vostro amore è la messa in scena di un minuscolo marionettista.”
Sia il loro amore, che le loro difficili vite sono manovrate da questi insidiosi esserini. Saranno in grado i nostri protagonisti di riprendere le redini del proprio sentire e del proprio amare?

Senza i vermi, noi non ci saremmo nemmeno incontrati

Parasite in Love è una storia cruda, che usa questi insoliti parassiti come metafora per le fobie e le paranoie che ognuno di noi ha, chi più, chi meno. In questi tre volumi vedremo cambiare in molte forme due persone che crescono essendo ‘inadatte a stare al mondo’.
Kengo e Hijiri vengono separati e intraprendono una terapia per debellare i parassiti. Kosaka riesce finalmente a tornare nella società o, almeno, così l’autore ci fa credere.
“Sarebbe veramente magnifico se fosse vero.”

Parasite in Love: Parole dell’autore

“Be’, alcuni dei parassiti che compaiono in Parasite in Love sono immaginari. A dirla tutta questi ‘vermi’ non sono altro che una metafora di un qualcosa che tutti noi abbiamo dentro.
La loro stessa presenza ci crea qualche problema ma, se li eliminassimo definitivamente siamo sicuri che saremmo davvero felici? Non abbiamo forse tutti qualche particella oscura in fondo al nostro animo?
E tu che stai leggendo… se non l’avessi più, saresti ancora te stesso?”

Parasite in Love: In conclusione…

Questo manga ci porterà a riflettere su quanto queste fobie, che ci accompagnino dalla nascita o che all’improvviso si sviluppino in noi non è rilevante, possano farci sentire degli estranei nel mondo e possano condizionare ogni nostro pensiero e azione.
Una lettura straziante con un finale dolce amaro, che consiglio a chi potrebbe sentirsi affine ai nostri due protagonisti, soprattutto dopo aver vissuto questi anni di pandemia tra mascherine e igienizzante sempre a portata di mano e la paura costante di ammalarsi. Aspettatevi di piangere, arrabbiarvi e probabilmente finire l’opera con un po’ di rancore. L’opera ne varrà la pena.

Vi lasciamo anche un trailer del film uscito in Giappone nel 2021 diretto da Kensaku Kakimoto.

Informazioni editoriali

Edizione regular

Editore: Edizioni BD
Lingua: Italiano
Dimensioni: 13×17.4 cm

Blu Mazzola

Seguiteci su Google News!

Back to top button