“Parasite” è un film dai diversi generi sulla differenza tra le classi sociali nell’attuale Corea del Sud. Un piccolo gioiello uscito da Cannes 2019.

Bong Joon-ho ritorna ritorna dopo due anni con il film “Parasite“, una storia davvero particolare sui nostri tempi in cui la disuguaglianza sociale è ancora all’ordine del giorno.

redits: Academy Two

La trama del film “Parasite

I quattro membri della famiglia di Ki-taek sono molto uniti, ma anche molto disoccupati, e hanno davanti a loro un futuro incerto. La speranza di un’entrata regolare si accende quando il figlio, Ki-woo, viene raccomandato da un amico, studente in una prestigiosa università, per un lavoro ben pagato come insegnante privato. Con sulle spalle il peso delle aspettative di tutta la famiglia, Ki-woo si presenta al colloquio dai Park. Arrivato a casa del signor Park, proprietario di una multinazionale informatica, Ki-woo incontra la bella figlia Yeon-kyo. Ma dopo il primo incontro fra le due famiglie, una serie inarrestabile di disavventure e incidenti giace in agguato.

Credits: Academy Two – Recensione film “Parasite”

Il trailer del film “Parasite

Credits: Academy Two – Recensione film “Parasite”

La recensione

Parasite” è capace di unire, come pochi film, crudeltà e battute parlando di lotta tra le classi in Corea del Sud. Una pellicola estremamente politica in cui il regista non prende mai posizione ma racconta, attraverso il conflitto delle tre famiglie, cosa vuol dire vivere ai margini della società.

Oltre a raccontare un mondo che non sta bene, il lungometraggio è moderno e attraversa molti generi (per esempio commedia, drammatico e catastrofico) non sfuggendo mai dal suo obbiettivo. Una sceneggiatura semplice, incisiva e originale. Anche la regia ha la capacità di essere lineare e ha un tempo abbastanza veloce senza farti nella logica del voler andare via dalla sala.

Un film sorprendente che non ha avuto la degna promozione pur vincendo la Palma d’Oro al Festival di Cannes, il Premio del Pubblico al Toronto Film Festival e selezionato per rappresentare la Corea del Sud nella categoria per il miglior film in lingua straniera ai Premi Oscar 2020

Distribuzione italiana AcademyTwo | Durata 2h e 12min

© RIPRODUZIONE RISERVATA