Cultura

Cosmo Pasciuto e Roberto Uttaro, in prima linea contro le leucemie infantili

La cultura incontra la beneficenza, non solo un mezzo utile per difendere i nostri diritti. Una bellissima iniziativa ad opera degli autori di due libri dal titolo “e nessuno risponde” ed “e ti scrivo”. Cosmo Pasciuto e Roberto Uttaro hanno scelto di schierarsi in prima linea nella lotta contro le leucemie infantili.

Una nuova missione per la cultura che incontra la beneficenza

Cosmo Pasciuto e Roberto Uttaro diventano i portavoci di una cultura che incontra la beneficenza, schierandosi in prima linea “armati” delle loro opere, scegliendo di devolvere i proventi delle vendite online al reparto delle leucemie infantili del Gaslini di Genova. I due libri toccano l’animo umano raccontando, in modi complementari, le difficoltà che ogni individuo incontra nel suo percorso chiamato vita.

Parleremo brevemente dei due libri, senza rivelare troppo, prima di mostrarvi le risposte all’intervista a cui gli autori si sono sottoposti. I due libri sono complementari, accomunati da un filo logico che vuole descrivere le incertezze che ognuno di noi può avere trovato davanti a se. Non esiste un ordine prestabilito nella lettura, è consigliato solamente iniziare da “e ti scrivo”, il quale permette di far comprendere al lettore il racconto de” il Gabbiano” contenuto in “e nessuno risponde”.

Cosmo Pasciuto - immagine facebook
Cosmo Pasciuto – immagine facebook

Dal titolo si comprende che il tema della comunicazione è preminente. Una comunicazione che vede come soggetti l’io e l’altro. Una comunicazione che cerca di risolvere i dubbi che ogni uomo ha verso se stesso, incertezze che possono avere risoluzione nel conforto ricevuto dall’altro. Questa è la comunicazione descritta nell’opera “e ti scrivo”. Ben diversa è la comunicazione intrapresa nell’opera “e nessuno risponde”. Una divulgazione che vuole trasmettere le più disparate situazioni, racchiuse e riassunte dai titoli fiabeschi dati ai vari racconti.

Nel primo, la penna è mossa da un ragazzo, il quale spinto da alcuni dubbi cerca conforto nelle risposte di parenti e figure per lui importanti. Nel secondo, le varie storie mettono in risalto la mancata risposta da parte dell’altro. Un altro che rimane “indifferente” alle difficoltà dei personaggi principali di ogni racconto, vittima di quell’incomunicabilità che ci accomuna tutti.

Nel prossimo articolo presenteremo le risposte date dagli autori alle domande fatte, per poter comprendere l’intenzione dei due autori.

Seguici su Facebook

Visita il nostro sito

Back to top button