L’Udinese prepara la ripresa del campionato. Ieri seduta atletica al mattino e tecnico-tattica nel pomeriggio. Nel frattempo il calciomercato non cessa le sue trattative, e proprio sul quel versante i bianconeri potrebbero essere fra i principali protagonisti. Un mercato che sarà probabilmente rivolto a scambi e prestiti, in cui il direttore tecnico Marino ha già mosso le prime pedine. Attenzione a due profili: si tratta di Roberto Pereyra e Ken Sema.

Udinese: il mercato, parla il direttore Marino

L’Udinese si prepara alla ripresa del calcio giocato, ma non cessa di operare sul mercato. Tanti i nomi accostati in quest’ultimo mese ai bianconeri, in entrata le voci erano diverse, mai smentite con alcune piste messe temporaneamente da parte. Il mercato futuro dovrà essere rivisto, causa Coronavirus: i prezzi delle trattative saranno molto probabilmente più bassi e gli affari si faranno scambiando e prestando calciatori.

Il club di Pozzo ha diverse pedine con cui potrebbe far casa: Juan Musso, richiesto da Inter e Milan su tutte, ritenuto incedibile dal presidente friulano, Rodrigo De Paul, attaccante che da almeno due stagioni sembra sempre in procinto di lasciare i bianconeri e Rolando Mandragora, centrocampista ceduto all’Udinese dalla Juventus con diritto di recompra a 26 milioni di euro.

Di mercato ha parlato il direttore tecnico Pierpaolo Marino, intervenuto ai microfoni di Sky nel programma “Calciomercato l’originale“. Di seguito alcuni passaggi dell’intervista al dt bianconero, su De Paul, Gotti e la sinergia con il Watford, club consorella dell’Udinese.

“Trenta, trentacinque milioni è un prezzo tirato. Quei soldi li potevamo prendere lo scorso anno e non lo abbiamo fatto…i talenti veri possono rimanere nelle squadre di appartenenza oppure si fanno strada le contropartite tecniche e gli scambi che possono aumentare il valore della trattativa. Con Gotti c’è un grande feeling. Non abbiamo problemi ad andare avanti e proseguire anche il prossimo anno con lui. Anche se non c’è un contratto, c’è stima per il tecnico e amicizia con la proprietà

Il calciomercato bianconero è inglese: Pereyra e Sema in lista

La notizia è riportata dal sito Tuttoudinese.it. L’Udinese potrebbe portare alla Dacia Arena due giocatori dal Watford, club di Premier League di cui Pozzo è proprietario. Il primo è Ken Sema, centrocampista svedese di origine congolese, classe 1993, il quale in realtà è già in maglia bianconera e che lo diventerà ufficialmente prossimamente. Con gli inglesi Sema ha collezionato 17 presenze e 1 gol, mentre con i friulani 22 partite giocate e 2 reti realizzate. Il secondo nome che potrebbe vestire la casacca bianconera è quello di Roberto Pereyra. Si tratterebbe di un ritorno, gradito al calciatore ex River Plate e Juventus, che vorrebbe tornare a giocare a Udine. L’argentino, al Watford dal 2016, in maglia Hornets ha totalizzato 101 presenze e 16 gol.

Ultima news di mercato, nonostante non venga dall’Inghilterra, è quella che riguarda Agustin Rossi. Il sito udineseblog.it riporta la notizia secondo la quale la stampa argentina sostiene che l’Udinese avrebbe fatto un’offerta di 6 milioni di euro per il portiere del Boca Juniors, in prestito al Lanus. La notizia è da verificare per due motivi: primo perché Pozzo ritiene Musso incedibile, secondo perché la cifra proposta è fuori budget dei bianconeri, considerato che lo stesso Musso fu pagato 4 milioni di euro.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA