La resa dei conti definitiva è ormai alle porte. Perugia-Pescara, uno scontro che sarebbe potuto valere una promozione in Serie A. E invece le due compagini saranno impegnate nell’ultimo atto per evitare la retrocessione in Serie C. Si riparte dal 2-1 della gara di andata a favore degli abruzzesi (vittoria in rimonta: al vantaggio iniziale di Kouan hanno risposto Galano e, su calcio di rigore, Maniero). Gli umbri sono obbligati a vincere per mantenere la categoria: ecco tutte le possibili combinazioni per quella che si prospetta essere una gara al cardiopalma.

Perugia-Pescara, missione salvezza

Uno scenario che pochi, pochissimi, anzi quasi nessuno avrebbe pronosticato ai nastri di partenza del torneo. Perugia e Pescara si giocano la permanenza in Serie B. Una stagione complicatissima per entrambe le squadre. Il ritorno di Massimo Oddo in panchina dopo la parentesi Serse Cosmi non ha sortito gli effetti sperati per il Grifone. Non è andata certo meglio ai Delfini: Sottil ha raccolto l’eredità di Zauri e Legrottaglie, senza però riuscire ad evitare il baratro. Umbri e abruzzesi hanno chiuso la regular season entrambe a quota 45 punti (rispettivamente sedicesimo e diciassettesimo posto, che significano play-out).

Il primo atto ha sorriso al Pescara: grazie alla vittoria all’Adriatico per 2-1 gli uomini di Sottil hanno a disposizione due risultati su tre per centrare la salvezza. Il Perugia, d’altro canto, è obbligato a vincere al Renato Curi per evitare la discesa negli inferi. Gli umbri, però, avranno bisogno di una vittoria con almeno due gol di scarto per mantenere la categoria. In caso di vittoria con un solo gol di scarto, si procederà con i tempi supplementari ed, eventualmente, con i calci di rigore. Difficile ora azzardare un pronostico per una gara che appare come altamente equilibrata. Soltanto una cosa è certa: non si tratterà di un match adatto ai deboli di cuore.

Perugia-Pescara
Ph. Danilo Di Giovanni/Getty Images – Un’azione della gara di andata, vinta dal Pescara per 2-1.

Le probabili formazioni

Massimo Oddo dovrà far fronte ad alcune defezioni. Al Perugia mancheranno infatti Rajkovic (che ha rescisso il contratto con il club umbro), lo squalificato Angella e gli infortunati Falasco e Di Chiara. Il tecnico pescarese schiererà probabilmente la difesa a quattro. Nel centrocampo a tre, per affiancare Carraro e Falzerano, ballottaggio tra Kouan, Nicolussi e Dragomir (con il primo leggermente favorito). Capone e Buonaiuto in vantaggio su Melchiorri e Falcinelli per agire a supporto dell’unica punta Iemmello.

Sottil dovrà fare a meno di Drudi in difesa. Centrocampo a tre con Memushaj, Palmiero e uno tra Busellato e Kastanos. Confermato il tridente d’attacco Galano, Maniero e Pucciarelli.

Ecco le probabili formazioni:

Perugia (4-3-2-1): Vicario; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Falzerano, Carraro, Kouan; Buonaiuto, Capone; Iemmello. Allenatore: Massimo Oddo.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zappa, Campagnaro, Scognamiglio, Masciangelo; Memushaj, Palmiero, Busellato; Galano, Maniero, Pucciarelli. Allenatore: Andrea Sottil.

La gara, in programma questa sera alle ore 21, sarà visibile esclusivamente sulla piattaforma DAZN.

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA