Calcio

Serie B, Pescara-Perugia: Sottil sfida Oddo nel primo atto playout

Questa sera andrà in scena il primo atto del playout Pescara-Perugia. Solo una delle due squadre riuscirà a rimanere nella serie cadetta, mentre per l’altra ci sarà la retrocessione in Lega Pro. La partita di andata si giocherà allo stadio Adriatico di Pescara, mentre il match di ritorno andrà in scena venerdì allo stadio Curi di Perugia. Le due compagini hanno terminato il campionato a pari punti, precisamente a quota 45. Questa situazione permette al Perugia di mantenere il vantaggio di giocare il ritorno in casa, per via della classifica avulsa migliore degli abruzzesi.

Come arriva il Pescara

La stagione del Pescara è stata difficile e travagliata. Durante l’annata si sono susseguiti in panchina tre tecnici. All’inizio del campionato gli abruzzesi erano allenati da Luciano Zauri, il quale si è dimesso dall’incarico durante il mese di Gennaio. Al suo posto la società ha scelto Nicola Legrottaglie, ma la sua avventura si è conclusa con l’esonero del 6 Luglio. Attualmente la squadra è agli ordini di Andrea Sottil. La formazione abruzzese è stata costretta a disputare i playout anche per via di un finale di stagione con pochi risultati positivi. Nelle ultime nove giornate di campionato, il Pescara ha conquistato solo una vittoria, con il Livorno alla penultima giornata.

Come arriva il Perugia

Il campionato degli umbri si è rivelato incostante e ricco di risultati al di sotto delle aspettative. Massimo Oddo ha condotto la squadra per le prime 19 giornata, poi c’è stato il cambio in panchina. Al suo posto è arrivato Serse Cosmi, il quale non è riuscito ad invertire la rotta della stagione. La guida tecnica di Cosmi si è interrotta al termine della 35a giornata. La scelta della proprietà è stata quella di richiamare in panchina Massimo Oddo, che adesso si giocherà la permanenza in Serie B nei playout. Il Perugia ha avuto fino all’ultimo la possibilità di evitare i playout, con il match dell’ultimo turno col Venezia come grande occasione. La sconfitta nello scontro diretto con gli arancioneroverdi ha condannato la squadra a passare dai playout per mantenere la Serie B.

Gli stemmi di Pescara e Perugia.

Pescara-Perugia: probabili formazioni

Diversi assenti per Sottil, il quale dovrà fare a meno di Drudi e Del Grosso. Certa anche l’assenza di Balzano, che ha chiuso la stagione in anticipo per lo stiramento di un flessore. In dubbio invece la presenza di Bettella, il quale ha accusato un fastidio all’inguine. Il tecnico Sottil dovrebbe schierare la squadra con un 4-3-2-1. In difesa sarà rilanciato Campagnaro, davanti scalpita per una maglia da titolare Pucciarelli.

Oddo non avrà a disposizione Angella per squalifica e Di Chiara per infortunio. Non al meglio, ma presenti tra i convocati Buonaiuto e Melchiorri. Oddo dovrebbe schierare i suoi con un 4-3-2-1. I dubbi di formazione riguardano la corsia di destra con in ballottaggio Rosi e Mazzocchi, ma anche il centrocampo, dove Falzerano, Nicolussi Caviglia, Kouan e Dragomir sono in lotta per due maglie da titolare. L’altro posto a centrocampo sarà occupato da Carraro.

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo, Zappa, Campagnaro, Scognamiglio, Masciangelo, Memushaj, Palmiero, Kastanos, Galano, Pucciarelli, Maniero. Allenatore: Sottil.

Perugia (4-3-2-1):Vicario, Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi, Falzerano, Carraro, Dragomir, Falcinelli, Capone, Iemmello. Allenatore: Oddo.

Pescara-Perugia: dove vederla

Sarà possibile vedere Pescara-Perugia su DAZN, con il calcio d’inizio fissato per le ore 21:00.

Seguici su facebook!

Back to top button