Formula 1

Pierre Gasly, anno negativo a Faenza: adesso il riscatto in Alpine

Un capitolo importantissimo della sua carriera si è ufficialmente archiviato alla fine di questa ultima stagione di Formula 1. Una storia d’amore lunga con una scuderia che per prima ha scommesso sul suo talento. Pierre Gasly ha salutato, ufficialmente, l’AlphaTauri dopo tantissimi anni di militanza. Il francese ha lasciato la sua ex scuderia al termine di un anno davvero poco positivo che non ha regalato enormi soddisfazioni alla scuderia di Faenza, team satellite della Red Bull. Adesso per il francese si aprirà il capitolo Alpine: un salto di qualità per dimostrare, nuovamente, di che pasto è fatto.

Le parole di Pierre Gasly, neo acquisto di Alpine per il 2023

Pierre Gasly, anno negativo a Faenza: adesso il riscatto in Alpine
(Credit foto – pagina Facebook Alpine)

Da parte mia posso dire di aver lavorato per massimizzare il potenziale di una monoposto che non è mai stata competitiva come quella del 2021 – le parole di Gasly sul 2022 dell’AlphaTauri in una intervista a Motorsport.com –. Non è stato un anno facile per la squadra, le aspettative erano molto più alte dopo il 2021, invece siamo rimasti lontani da quel livello. In un certo senso è stata sicuramente la mia stagione più difficile a Faenza, ci sono stati momenti più complicati. Non siamo riusciti a sfruttare il cambio regolamentare. In tutta onestà ci sono squadre che hanno lavorato meglio di noi. Era un’opportunità e non siamo stati bravi a coglierla“.

(Credit foto – pagina Facebook Alpine)

Seguici su Google News

Back to top button