17.6 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Pinguini Tattici Nucleari con “AHIA!” cantano questo 2020

- Advertisement -

Pinguini Tattici Nucleari hanno presentato oggi a Milano il loro nuovo EP dal suggestivo titolo AHIA! (Sony Music), in uscita venerdì prossimo, 4 dicembre, e che porta lo stesso titolo del primo romanzo di Riccardo Zanotti, edito lo scorso 3 novembre da Mondadori. Nell’occasione della conferenza stampa moderata dal comico Valerio Lundini e tenutasi in modalità virtuale con i giornalisti collegati via streaming, la band ha anche annunciato la partecipazione alla semifinale di X Factor, in onda questa sera su Sky e su RTL 102.5, radio ufficiale del talent show.

Il nuovo lavoro discografico arriva dopo La Storia Infinita, brano pubblicato il 28 agosto e certificato in breve tempo disco d’oro, e il più recente singolo Scooby Doo, dal 13 novembre in radio. Il frontman Riccardo Zanotti, insieme a Elio Biffi (tastiere), Nicola Buttafuoco (chitarra), Matteo Locati (batteria), Simone Pagani (basso) e Lorenzo Pasini (chitarra), ha spiegato che con questo Ep composto da sette canzoni l’obiettivo è “arrivare a tanta gente“, perché dopo la partecipazione in gara al Festival di Sanremo 2020 con Ringo Starr “non ci fa paura la parola mainstream “, anzi “è una bella sfida da portare avanti“.

Pur essendo nato a marzo nel lungo e drammatico periodo del lockdown che ha inevitabilmente segnato le vite degli italiani, nell’Ep AHIA! non mancano ironia e capacità evocativa che da sempre caratterizzano i Pinguini Tattici Nucleari:

“Il 2020 doveva essere un anno colmo di impegni e, perché no, di successi per noi, e invece è stato uno degli anni più difficili di sempre, quindi Ahia! ci è sembrato il titolo perfetto per questo lavoro”.

Rispetto allo stop dei live dovuto alle note restrizioni in materia di coronavirus, i Pinguini ammettono che quando abbiamo appreso delle chiusure e lo stop ai live eravamo un po’ arrabbiati”; ma quando la situazione si è chiarita, lo stato d’animo della band nata a Bergamo è ovviamente cambiato: “Quando poi abbiamo capito la gravità della situazione, soprattutto per le zone dove siamo nati, quel sentimento è scemato. Nella nostra vita abbiamo vissuto più dissacrazioni che consacrazioni e da un certo punto di vista è anche bello che ce la si deve sudare. Abbiamo più fame ogni giorno che passa e non vediamo l’ora di tornare sul palco”.

In questo senso, al momento, le date in programma a febbraio sono confermate anche se “è difficile dire cosa succederà, questo stato di completa incertezza rende la fruibilità dell’arte qualcosa di complicato“. Quanto alla possibilità di replicare la partecipazione al Festival di Sanremo dopo il successo dell’edizione 2020, Riccardo risponde: “Non nell’immediato. A Sanremo bisogna andarci con il pezzo giusto, non con uno a caso”.

Fonte Rtl

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -