Musica

Piotta , il video del nuovo singolo “È ora di andare”

Ieri è uscito il nuovo singolo di Piotta, È ora di andare. Il brano è estratto da “Suburra – Final Season”, l’ultimo album dell’artista romano. Il disco è stato realizzato appositamente come colonna sonora per la terza e ultima stagione della serie originale italiana Netflix.

Suburra è prodotta da Cattleya – parte di ITV Studios – in associazione con Bartlebyfilm, distribuita in oltre 190 paesi nel mondo. È già disponibile anche il videoclip ufficiale di È ora di andare. Qui compaiono i protagonisti della serie: AurelianoSpadinoAngelicaNadiaCinagliaSamurai e Manfredi.

Piotta, videoclip ufficiale del singolo È ora di andare

Piotta, il videoclip di “È ora di andare” è sull’atto finale di Suburra

Nel brano, come in tutto l’album, Piotta interpreta con musica e parole le storie dei personaggi e le vicissitudini che attraversano tutta la narrazione. Il singolo è una ballad che ruota intorno al pianoforte suonato dal Maestro Francesco Santalucia. Piotta cristallizza tutto il suo amore per Roma e mostra la sua sensibilità nel raccontare chiaroscuri umani, sociali e criminali che attraversano la storia della Capitale. Una sensazione di malinconica necessità emerge dalle note e dal testo. Il cantante non giudica gli aspetti meramente criminali delle vicende. Piotta si concentra invece sulla poesia dei personaggi e sulla complessità del rapporto tra il “bene” e il “male”.

Nel videoclip firmato Glauco Citati scorrono le scene più importanti dell’atto finale della serie. Protagonista del video è la nuova generazione della criminalità, impersonata dagli attori Alessandro Borghi (Aureliano) e Giacomo Ferrara (Spadino). Questa è affiancata alle rispettive partner, interpretate da Carlotta Antonelli (Angelica) e Federica Sabatini (Nadia). A loro si contrappongono i simboli dalla vecchia guardia interpretati da Francesco Acquaroli (Samurai) e Adamo Dionisi (Manfredi). L’attore Filippo Nigro, nei panni del politico Cinaglia, rappresenta il punto di congiunzione tra due mondi, che siano essi reali o metaforici. 

A cura di Valeria Salamone

Seguici su:

Back to top button