Calcio

Pisa, da che parte stai?

A metà stagione il Pisa si trova davanti ad un bivio: provare a fare un campionato di vertice ed inserirsi nella corsa per i playoff, o continuare su una media punti sufficiente per mantenere la categoria, col rischio di essere risucchiati nella lotta retrocessione? Lo scopriremo solo tra qualche mese

I 24 punti conquistati fino a questo momento, fanno del Pisa la tredicesima forza della Serie B. Il centro classifica sembra essere la dimensione dei nerazzurri, ma in questo campionato sembra che nulla sia deciso.

La classifica del Pisa

Sei vittorie, altrettanti pareggi e sette sconfitte. Si è chiuso così il girone d’andata del Pisa, con 24 gol segnati e altrettanti subiti. Un cammino senza infamia e senza lode quello dei nerazzurri, che incarnano alla perfezione quell’ignavia dantesca di chi non vuole prendere una decisione. In una Serie B divertente, ricca di emozioni, di rimonte, di strisce positive e negative, c’è chi sembra voler rinunciare a tutto questo in favore di una stabilità di medio classifica.

“Ahi Pisa, vituperio delle genti…”, scriveva il Sommo Poeta, toscano come la stessa squadra, nel XXXIII° canto dell’Inferno. Se si pensasse solo ai risultati, in fin dei conti, ad una squadra neopromossa non si potrebbe chiedere di più: anzi, il bilancio può essere considerato sufficiente. Ma forse è proprio qui che cambia tutto: il Pisa ha dimostrato di avere le carte in regola per poter fare molto di più, e si aspetta solo l’affondo decisivo. Vincere col Pordenone secondo e in casa di una Juve Stabia che al Menti non fa passare nessuno, è inevitabilmente simbolo di qualità indiscutibili. A volte, però, sembra che questa squadra sia restia a fare quel passo in avanti verso acque sconosciute e più ambiziose. Ecco dunque la domanda principale: Pisa, da che parte vuoi stare?

Photo Credits: Pisa Sporting Club

Calciomercato

Il calciomercato entra nel vivo e il Pisa non ha intenzione di stare a guardare. Le mosse principali le sta facendo in avanti: sembra vicinissima la chiusura per Vincenzo Millico, attaccante di proprietà del Torino che sarà agli ordini di mister Luca D’Angelo fino a giugno. Insieme a lui, la squadra toscana sembra essere sulle tracce di Luca Vido: anche lui attaccante, e anche lui verrebbe in prestito, stavolta dall’Atalanta. Il club nerazzurro, che ormai è simbolo di affidabilità quando si parla di giovani, lo aveva parcheggiato al Crotone nella prima parte di stagione, ma ora è intenzionata a fargli cambiare aria. Sullo sfondo, resta viva la pista Marcello Trotta del Frosinone. Ultimo nome che circola per l’attacco è quello di Ettore Gliozzi, ora al Monza in prestito dal Sassuolo.

Per il centrocampo sembra chiusa la trattativa che porterà Danilo Soddimo sotto la torre pendente dalla Cremonese. Con i grigio-rossi c’è anche un’altra trattativa in corso, quella che potrebbe portare Francesco Lisi a compiere il percorso inverso. Un altro innesto riguarda la porta: l’estremo difensore Vladan Dekic raggiungerà Pisa dalla Primavera dell’Inter.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

Back to top button