Games

Play 2022, tre giorni di puro gioco

Adv

Play 2022 – In questi giorni i boardgamers italiano sono attraversati da emozioni contrastanti. Tristezza e malinconia per la fine del “Festival del Gioco”, gioia ed adrenalina per le esperienze vissute ed i giochi…giocati!

Ecco un’esposizione delle tre giornate dal mio/nostro punto di vista, soprattutto in merito alle novità proposte dalle case editrici presenti a Modena.

Ritorno alla normalità e felicità, sono i due aspetti risaltati maggiormente da questa esperienza appena conclusa. La libertà delle mascherine, sostenuta dalla maggior parte dei visitatori, insieme al contatto fisico tanto auspicato, hanno contribuito molto. Lo confermano anche i numeri.

Play 2022
Dimostrazioni in corso alla Play 2022 – PHC Emanuele Iuliano

Tra le offerte che hanno attratto più compratori, risaltano sicuramente quelle della Cranio Creations, Asmodee, DV Games e Ghenos. Titoli come Acquatica, Forgotten Waters, Elastium, The Magnificent e tanti altri presentavano davvero una forte scontistica a cui era difficile resistere.

Parliamo dell’unico vero nemico di tutta la fiera: il caldo.
Imprevedibile, l’ondata di afa è stato il visitatore più ingombrante in questi giorni di giubilo. Complici il mese corrente, piuttosto che Aprile (periodo in cui si è sempre svolta la Play) e l’aria condizionata che non è stata messa in funzione, per chissà quale motivo.

Ma ora passiamo a ciò per cui siete giunti fin qui: l’elenco dei giochi provati, accompagnati da un mio breve parere.

Creature Comforts – Little Rocket Games

Qui non si è trattato di una vera e propria prova, bensì di un’esperienza vissuta da “ospite e dimostratore”, grazie all’evento “Gioca Con…” organizzato dalla Little Rocket Games.

Dopo diverse emozioni contrastanti ed un po’ di imbarazzo, confesso che è stata un’avventura bellissima e che ripeterei molto volentieri, soprattutto dopo aver rotto il ghiaccio.
Ho avuto l’opportunità di poter raccontare e spiegare una delle ultime novità della casa editrice: Creature Comforts, che apprezzo tantissimo come gioco. Complice questo e, probabilmente, i 2 gruppi affiatati che ho seguito, credo proprio che l’esperienza sia andata benissimo sia per me che per loro.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Creature Comforts – PHC Emanuele Iuliano

Vi ricordo che Creature Comforts è un adorabile titolo di piazzamento lavoratori e gestione dadi, con informazioni parziali ed ambientato nel fantastico villaggio di Maple Valley. Materiali e grafica eccezionali, con le sue altre caratteristiche, lo rendono un titolo adatto a tutti e piacevole da intavolare.

Grazie LRG!

21 Giochi Minuti – Gate on Games alla Play 2022

Sfortunatamente, nonostante avessi in lista altri 2 o 3 giochi, son riuscito a provare solamente ” 21 Giochi Minuti” del noto divulgatore Matteo Boca.
Idea decisamente geniale e furba. Materiale molto contenuto, per intavolare 21 diversi giochi che abbracciano, praticamente, tutte le meccaniche dei boardgames. Comodissimo da avere sempre a portata di mano per viaggi, vacanze e serate con amici.

Della GoG avrei tanto voluto provare anche Living Forest, Feed the Kraken e Micro City, ma i tavoli erano un po’ pochini e sempre pieni.

Play 2022
21 Giochi Minuti – PHC Emanuele Iuliano

Savannah Park, Whistle Mountain, Four Gardens – Uplay

A parte il secondo, gli altri 2 titoli non erano nella mia lista ma, spinto dalla curiosità e dalla possibilità di provarli, ho fatto tappa più volte dalla Uplay.

Savannah Park ci invita a radunare mandrie di animali, cercando di allontanarle dai roghi ed avvicinarle alle pozze d’acqua per rifocillarsi. Il bello di questo gioco è la continua performance dei partecipanti, che compiono l’unica azione anche nel turno degli avversari. Ovvero rimuovere lo stesso tassello e spostarlo in un punto libero a proprio piacimento. Quindi, no tempi morti ma, forse, bassa variabilità di gioco.

Play 2022
Savannah Park – PHC Emanuele Iuliano

Whistle Mountain

Un gestionale ambientato tra le montagne con dei meccanismi di piazzamento lavoratori (in realtà veicoli volanti) abbastanza semplici. Il tutto è scandito dal livello dell’acqua che tenderà a salire man mano, facendo cadere i nostri meeple nel mulinello che ci causerà punti negativi a fine partita.
Non è un titolo difficile da assimilare, ma comunque non adatto alle prime armi. Mi sono piaciute molto le componenti ed il gameplay, un po’ meno la tematica.

Play 2022
Whistle Mountain – PHC Emanuele Iuliano

Four Gardens

Un semplice e rilassante titolo di contratti, set collection ed hand management, sullo sfondo bellissimo dei paesaggi giapponesi. Ad accompagnare questo titolo leggero vi è una grande pagoda in 3d, da ruotare per definire le risorse da raccogliere tramite l’azione principale.

Play 2022
Four Gardens – PHC Emanuele Iuliano

Virtù, Ark Nova – Cranio Creations alla Play 2022

In questa lista sarebbe dovuto esserci anche “Golem“, ma ho confuso l’orario della prenotazione ed ho perso l’occasione di provarlo.
Almeno son riuscito a testare Virtù in anteprima. Dovrebbe uscire il mese prossimo.
Nell’Italia di fine Medioevo, grazie ad una ruota delle azioni, dovremo far sì che la nostra città conquisti il titolo di più fiorente e predominante, rispetto alle altre. Le azioni sono potenziabili o modificabili tramite l’utilizzo di carte. Il gioco prevede anche una meccanica di maggioranze.

Play 2022
Virtù – PHC Emanuele Iuliano

Ark Nova – Play 2022

Una scatola fuori dal comune per questo hard core game. Avreste mai pensato di dover progettare, costruire e dirigere uno zoo? Con Ark Nova tutto ciò sarà possibile, grazie anche alle 255 carte suddivise tra animali e sponsor. Si tratterà di dover erigere anche dei recinti con un piazzamento tessere, stipulare contratti con le associazioni di altri zoo sparsi per il mondo e…fare una bella pausa!

Play 2022
Ark Nova – PHC Emanuele Iuliano

Zefiria – Playagame

La casa editrice imolese ha proposto diversi titoli per 2 giocatori in questa Play, come Sobek, Riftforce, il nuovo Cryptid e Monki.
Zefiria, invece, è un gioco collaborativo fino a 4 giocatori, uniti per salvare la città di Zefiria da un cataclisma. Il loro obiettivo è quello di sfruttare i propri poteri asimmetrici da Spiriti del Vento per riportare l’ordine, rimettendo al proprio posto le isole in ordine numerico, da 1 a 25. Come un gioco del 15.
Illustrazioni stupende!

Play 2022
Zefiria – PHC Emanuele Iuliano

Ex Libris – Raven Distribution alla Play 2022

Finalmente! Ho rincorso questo titolo per anni. Capitava di non trovarlo in demo oppure localizzato in italiano. Questa Play 2022 mi ha fatto il dono di poterci finalmente giocare. Peccato non sia accaduto lo stesso per “Lockup“.
L’attesa ha aumentato il desiderio, chissà se anche il giudizio.
Intanto devo dire che mi è piaciuto abbastanza. Costruire la propria libreria magica, tramite l’utilizzo di carte da posizionare in ordine numerico ed alfabetico, mi ha colpito. Così come la grafica ed il worker placement sui variegati luoghi del gioco. Mettiamoci anche l’asimmetria tra i personaggi ed il calderone è ricco di elementi super interessanti.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Ex libris – PHC Emanuele Iuliano

Hallertau, Architects e Avel – Asmodee

Si sa che Rosenberg ama le ambientazioni dedicate alla coltivazione ed Hallertau ne è l’ulteriore riprova. Nella sua ricca scatola troviamo tantissime componenti, tra cui una marea di risorse in legno sagomate e super variegate; molto belle.
Ho trovato il meccanismo delle azioni unito allo sviluppo della plancia giocatore (dove si dovrà far avanzare il proprio negozio), piacevoli ed originali. Aumentare la ricchezza ed il prestigio del nostro piccolo villaggio nella Bavaria, non sarà mai stato più divertente e coinvolgente di così.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Hallertau – PHC Emanuele Iuliano

7 Wonders Architects

Anche se un po’ in ritardo, ecco il mio parere sulla versione semplificata di 7 Wonders.
Molto carine le Meraviglie da costruire tassello per tassello ed il draft sostituito dai mazzetti di pesca, in comune con i vicini.
Le differenze non sono tantissime, il che è positivo dato il successo del predecessore. Forse si sente la necessità di qualche espansione se dobbiamo paragonarli.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
7 Wonders Architects – PHC Emanuele Iuliano

Le Cronache di Avel

Un’avventura cooperativa pensata per i più piccoli e non. Grafica da favola ed una storia avvincente vi accompagneranno nelle terre di Avel per contrastare la Luna Oscura.
Mi è piaciuta la possibilità di caratterizzare il proprio personaggio tramite l’equipaggiamento. Per il resto, lo consiglio tanto come gioco da fare in famiglia.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Le Cronache di AVEL – PHC Emanuele Iuliano

Fire & Stone – Ghenos Games

I tavoli Ghenos e Dv Games erano super frequentati; risultava davvero difficile trovare una demo libera. Fortunatamente, dopo un po’ di attesa, Fire & Stone si è liberato proprio per me.
Nell’antico continente di Pangea sono sparsi ovunque segnalini cibo da raccogliere e cucinare per poter ottenere degli alimenti, utili alle nostre tribù per sostentarsi durante gli insediamenti. Il nostro scopo, infatti, è proprio quello di costruire la maggioranza di capanne nelle varie regioni del continente.
Dal creatore di Carcassonne, un nuovo titolo di tessere a scoperta casuale.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Fire & Stone – PHC Emanuele Iuliano

Fort – MS Edizioni – Play 2022

Sono uno dei pochi non-fan di Root, ma il tascabile Fort (che richiama la stessa grafica) ha comunque catturato la mia curiosità.
Come sapevano divertirsi i bambini di un tempo, costruiremo un fortino con i nostri migliori amici per nascondere al suo interno i tesori per noi più preziosi: pizza e giocattoli.
Si tratta di un gioco di deckbuilding con effetti i quali, per essere attivati, richiedono di scartare altrettante carte. Inoltre, gli effetti potranno essere sfruttati anche da tutti gli altri giocatori.
Fort è un gioco molto carino ed adatto a tutti, forse presenta un costo elevato per la tipologia che rappresenta.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Fort – PHC Emanuele Iuliano

Le Anteprime di Play 2022

Level 10 – Studio Supernova

Esclusivamente, la casa editrice Studio Supernova ci ha concesso la possibilità di dare un’occhiata ad un loro prossimo gioco di carte. La meccanica richiama quella che è stata di successo per il collaborativo “The Game“.
Con una grafica in pixel, dovremo guidare il nostro protagonista di avventure attraverso 5 differenti mondi, giocandone le carte numeriche in maniera crescente. Noteremo, infatti, l’avanzamento del personaggio all’interno dei diversi paesaggi e la sua crescita attraverso essi.
La regola è: si potrà comunicare su cosa e dove giocare, ma non in maniera esplicita.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Level 10 – PHC Emanuele Iuliano

Escape From New York – Pendragon Game Studio

Altro importante appuntamento è stato quello avvenuto all’interno della “stanza blu” del drago di Pendragon.
La casa editrice ha richiesto la nostra presenza per testare e commentare, a caldo, questo titolo semi-collaborativo ispirato alla nota pellicola di John Carpenter; come “The Thing” che è stato il loro titolo di punta della scorsa edizione.
I protagonisti hanno solo 24 ore per trovare l’audiocassetta, il presidente ed un piano di fuga per poter scappare dalla più grande prigione del mondo, in una situazione alquanto distopica: l’intera Manhattan.
In questa mitica esperienza, mi è capitato di interpretare proprio il lato cattivo del gioco, ovvero la città di New York. Tramite l’utilizzo di carte e sgherri vari, ho dovuto ostacolare a tutti i costi la fuga dei protagonisti ed evitare che trovassero la valigetta giusta contenente l’audiocassetta.

Play 2022, tre giorni di puro gioco
Escape from New York – PHC Emanuele Iuliano

Ogni giocatore possiede un’abilità asimmetrica ed il loro obiettivo è cercare di fare meno rumore possibile, il quale alimenta la possibilità del nemico di giocare carte che li contrastano. L’esperienza è stata piacevole e divertente. Sicuramente sarà un titolo da collezione, immancabile per gli amanti del genere ed anche i cinefili, perché no?

Age of Comics – Lirius Games

Uno dei titoli più ricercati della Play 2022 è stato “Age of Comics“, da poco presentato alla fiera dei prototipi e degli autori di giochi da tavolo “IdeaG“, tenutasi a Parma quasi un mese fa.
La tematica è fortissima, sia da un punto di vista di marketing che giocabilità. Siamo negli anni d’oro dei Comics e, per l’occasione, dovremo gestire e portare al successo la nostra casa editrice.

Play 2022
Age of comics – PHC Emanuele Iuliano

Stiamo parlando di un piazzamento lavoratori ed hand management che ha saputo adattare benissimo l’ambientazione ad un titolo di base german. Bisognerà andare alla ricerca di scrittori ed artisti, raccogliere idee e mandare in stampa i nostri fumetti. L’obiettivo è quello di raccogliere fan, creare hype e ricorrere al plagio (finemente adattato al gioco) quando necessario.

Grafica e componenti, anche se da prototipo, sono davvero accattivanti. Prevedo un bel successo e lo auguro tanto ai simpaticissimi autori che ce l’hanno presentato.

Bitoku – Devir

Concludo questa carrellata di giochi con quello che, per me, è stato il fiore all’occhiello di tutta Play 2022: Bitoku, presentato in anteprima (ed in offerta) per l’occasione e dimostrato molto bene presso lo stand della Devir. La stessa casa editrice proponeva, inoltre, altri bellissimi titoli come “Red Cathedral” e “Ciarlatani di Quedlinburgo” con l’espansione “Streghe Erboriste“.

Play 2022
Bitoku – PHC Emanuele Iuliano

I Bitoku sono spiriti che intraprendono un percorso verso la trascendenza per divenire il prossimo Grande Spirito della Foresta. Grazie all’aiuto di Yokai, Kodama e Pellegrini sotto forma di carte, dadi e pedine, raggiungeremo il nostro obiettivo concorrendo con i nostri avversari.
Tanto tanto ottimo materiale finemente realizzato e magistralmente illustrato.
Mi sono sentito completamente immerso in questa stupenda foresta giapponese, trascinato dai numerosi elementi di una magica ed affascinante cultura.
Troviamo varie meccaniche, dalla race alla gestione dadi, passando per il deckbuilding; a mio parere, ben incastrate tra di loro. C’è tanta simbologia che potrebbe confondere all’inizio, soprattutto ad occhi non abituati od esperti. Però, poi, ci si fa l’abitudine e si apprendono in pochi turni.

Non vedo l’ora di giocarci nuovamente, più e più volte!

Con questo si conclude il resoconto della Play 2022 vissuta dal punto di vista del Metropolitan Magazine, o semplicemente dal mio.
Grazie per essere arrivati fin qui e…

Have a good game!

Emanuele Iuliano

Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.

Related Articles

Back to top button