Calcio

Playoff Serie C: come arrivano le squadre al secondo turno Nazionale

Ci si sta addentrando sempre di più nell’intricato groviglio dei Playoff di Serie C. Oggi infatti prenderà il via il secondo turno degli spareggi nazionali con vista promozione e tutte le squadre sono pronte a dare battaglia. Tra andata e ritorno, le date da tenere in considerazione saranno oltre a quella odierna, quelle del 20 e 21 maggio. Nello specifico, andiamo a vedere come se la sono cavata finora le squadre giunte a questo punto del torneo.

Playoff di Serie C, sorteggio ‘sfortunato’ per la Feralpisalò che incrocia la Reggiana

E’ vero che se si hanno ambizioni di promozione, prima o poi i conti vanno fatti contro chiunque. Tuttavia, incontrare coloro che sono reputati tra i più forti per primi non è mai facile. Vecchi lo sa bene, ma ha anche chiarito questo in conferenza stampa: “Se vogliamo andare avanti bisogna vincere le partite e affrontare le squadre forti, quindi siamo pornti ad affrontare anche la Reggiana“. La Feralpisalò tra l’altro arriva dal successo pirotecnico nel doppio incontro con il Pescara. Dopo il pareggio per 3-3 dell’andata, i verdazzurri si sono imposti in casa per 2-1, avanzando così al secondo turno. Un cammino iniziato dunque senza passare per la fase zonale del girone, per via del terzo posto ottenuto durante la stagione regolare, per merito dei 69 punti complessivi.

Dal canto suo la Reggiana parte favorita e il fatto che sia testa di serie ne è solo la dimostrazione pratica. I tifosi però credono nella Serie B e saranno un migliaio quelli presenti a Salò per supportare i granata. Quello di stasera sarà il debutto in questi playoff per gli emiliani e sono pronti fin da subito a mettere le cose in chiaro. Il rispetto di rito nei confronti dell’avversario però non manca come ha riferito il DS Tosi: “La Feralpisalò è una delle più forti che potessimo pescare tra le quattro. Ci aspettano partite equilibrate e difficili, in cui saranno gli episodi a fare la differenza”. In campionato la regia ha chiuso al secondo posto del girone B dopo aver conteso per l’intera stagione il primato al Modena, fermandosi a quota 86 punti contro gli 88 dei gialloblù.

Sfida caldissima tra Monopoli e Catanzaro

Si preannunciano temperature altissime nel sud Italia e non tanto per il rilevamento termometrico, bensì per il clima che farà da contorno a Monopoli e Catanzaro. I biancoverdi si presentano all’appuntamento dopo aver fatto una vittima illustre come il Cesena. Un’operazione da manuale condotta tutta nella gara di ritorno, in cui la formazione pugliese si è imposta per 0-3, ribaltando l’1-2 bianconero dell’andata. Il Monopoli è una delle squadre che parte più in fondo, considerando la classifica della regular season. La formazione biancoverde infatti ha chiuso la stagione al quinto posto con 59 punti. Oggi però si affida anche al sostegno del suo pubblico che in poco tempo ha letteralmente polverizzato il botteghino. Si prospetta un tutto esaurito degno dei grandi palcoscenici.

Il Catanzaro invece comincia oggi il suo cammino nei playoff dopo quello che di fatto è stato dunque un lungo stop. L’ultima partita ufficiale è stata di fatto quella giocata lo scorso 24 aprile contro la Vibonese, in cui i giallorossi si erano imposti per 0-3. Anche qui l’entusiasmo non manca e sarà folta anche la cornice di pubblico in supporto dei calabresi. Loro il campionato lo hanno chiuso al secondo posto dietro al Bari, seppure staccati da più di qualche lunghezza, con 67 punti. L’imperativo sarà riuscire ad approcciare il match con la giusta concentrazione, nonostante appunto il ritmo gara manchi da qualche tempo.

Playoff di Serie C, l’Entella macina sfide e il Palermo vuole imporle uno stop

Tra le formazioni che partono da più lontano in questi Playoff di Serie C vi è sicuramente la Virtus Entella, che questa sera ospiterà il Palermo. La formazione ligure ha fatto i conti prima con l’Olbia e poi con il Foggia, riuscendo ovviamente in entrambi i casi ad avere la meglio. Sembra un po’ una sfida tra Davide e Golia, considerando anche le proporzioni delle due città. D’altro canto però i biancocelesti proveranno a percorrere la loro strada fino alla fine, nella speranza di amarne il finale, per parafrasare Cremonini.

Il Palermo vuole fermamente tornare in Serie B e questa potrebbe essere davvero l’occasione giusta da non lasciarsi sfuggire. Dopo un campionato con qualche alto e basso, i rosanero hanno chiuso al terzo posto con 66 punti e nelle gare di esordio dei playoff si sono imposti sulla Triestina. Ad essere decisivo è stato in realtà il match di andata, che si è chiuso con il risultato di 1-2, mentre al ritorno le due formazioni non sono andate oltre l’1-1. Poco male per i siciliani ovviamente, che ora temono un pochino il sintetico di Chiavari. Nulla toglie però che i rosanero siano pur sempre tra i favoriti.

Juve U23 altra outsider contro lo schiacciasassi Padova

L’ultima outsider e l’ultima favorita di questi playoff sono Juve U23 e Padova, che si affronteranno stasera per il match di andata, a partire dalle 21. I bianconeri hanno dimostrato di sapere come giocarsela con chiunque, avversari più accreditati compresi. Dunque attorno a loro veleggia un alone di sorpresa e imprevedibilità. Sono gli unici ad essere partiti fin dal primo turno e hanno superato nell’ordine il Piacenza, 0-0 finale ma miglior posizione in classifica, Pro Vercelli e Renate. Ora si affidano all’ennesimo miracolo per raggiungere, eventualmente, una impronosticabile promozione in B.

Il Padova però non renderà la vita facile a nessuno. Insieme alla Reggiana, appare la vera favorita per conquistare l’accesso al campionato cadetto e anche in campionato si è ben comportata. Anzi, nel finale di stagione ha recuperato una notevole somma di punti al Sudtirol, mettendo per un breve periodo in crisi le possibilità di promozione dei bolzanini. Alla fine, i biancorossi si sono fermati a quota 85 ma di sicuro non hanno ancora mollato la presa. Hanno trionfato in Coppa Italia e vogliono affidarsi anche alle ali dell’entusiasmo recate dal trofeo.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button