Quest’estate sarà uno dei nomi più caldi del mercato. Paul Pogba nonostante la deludente stagione con la maglia del Manchester United ha attirato gli occhi delle più grandi big del calcio europeo.

Le pretendenti per Pogba

Secondo la Gazzetta dello Sport alla porta del centrocampista francese hanno bussato grandi squadre, tre le altre: Real Madrid, Psg insieme a Juve e Inter.

La squadra di Sarri pur di fare tornare Pogba a Torino sarebbe disposta a privarsi di pedine molto importanti come Pjanic, Bernardeschi e Douglas Costa. Il francese conosce già l’ambiente bianconero, in cui è esploso, ed in cui è amato e rispettato. Sarebbe pronto da subito a contribuire alla causa Juventus.

Il Real Madrid su precisa indicazione Zinedine Zidane invece è già andato all’assalto la scorsa estate per Paul ma senza risultati. Ad oggi gli spagnoli sono ancora più convinti dell’acquisto di Pogba dato che appare vicino dall’addio a Manchester.

Il Psg vorrebbe invece riportare a casa Pogba, cresciuto nella capitale francese ma che non ha mai giocato in Ligue 1. Portare in patria il capitano della nazionale francese vincitrice dell’ultima coppa del mondo sarebbe un segnale importante per la città di Parigi e la tifoseria. Tra i sacrificati ci sarebbe Angel Di Maria.

L’Inter sogna di poter convincere il giocatore forte dei legami che lo legano con la dirigenza attuale nerazzurra. A partire da Beppe Marotta, che lo portò in bianconero nel 2012, ed il tecnico Antonio Conte, con cui vinse due scudetti e fu fondamentale nella sua crescita calcistica. Con il tesoretto delle cessioni di Icardi al Psg ed eventulmente di Lautaro al Barcellona, i nerazzurri potrebbero fare sul serio.

Il problema principale da mettere in conto per tutti i club interessati resta l’ingaggio faronico del calciatore che sfiora i 17 milioni di euro all’anno e l’altissima cifra richiesta dalla United. Pogba questa stagione è sceso in campo solo in 8 partite, per i numerosi problemi problemi alla caviglia. Un fattore da non sottovalutare dai i club che intendono acquistarlo a questa cifre vertiginose.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA