Gossip e Tv

Puntata speciale di Friends censurata in Cina

Friends, la reunion andata in onda ieri come puntata speciale, ha visto la censura di alcune scene in Cina. Puntata di Friends censurata,dalla reunion di circa un’ora e mezza sono stati tagliati i cameo di Lady Gaga, Justin Bieber e la band super star del K-Pop Bts. Tutti “colpevoli” di aver offeso in qualche modo Pechino nel passato.

La serie durò 10 anni, dal 1994 al 2004, e dal finale di serie i 6 membri del cast si ritrovano nella stessa stanza, 17 anni dopo l’uscita del cast dal celebre appartamento di New York. Ed è proprio lì che lo speciale inizia, dove tutto si era concluso. Segno delle fasi della vita che cambiano, che tornano, che restano sempre nel cuore. 

Cina: Friends censurata nella parte della Reunion, l’ira dei fans

Friends ha avuto un grandissimo seguito in Cina per molti giovani. Hanno attribuito allo show il merito di averli introdotti alla lingua inglese e alla cultura americana. Un’ora e mezza di episodio speciale dedicato alla serie amatissima “Friends”. La reunion ha ospitato oltre ai protagonisti della serie altre figure delle spettacolo come: Lady Gaga, Justin Bieber e la band super star del K-Pop Bts. In Cina parte dello show è stato censurato. Ad accorgersene sono stati i fans della serie. “Aiuto! Non cambieremo mai? Questo mi fa venire ancora più voglia di vedere le scene tagliate”, ha commentato un utente sulla piattaforma di microblogging Weibo. Altri, invece, hanno registrato le parti mancarle per poi postarle sui social. Tra le scene oscurate, secondo quando si legge, anche uno scatto di Matt LeBlanc in mutande. Molti fan si sono detti “sconcertati” nello scoprire che tutte e tre le principali piattaforme di streaming del Paese, iQiyi, Youku di Alibaba e Tencent Video, avevano tagliato 6 minuti.

Risalgono a diversi anni fa le “colpe” dei Vip che sono stati censurati. A Lady Gaga era stato impedito un tour in Cina per aver incontrato il Dalai Lama nel 2016. Justin Bieber non può più esibirsi nel Paese, nel 2014 si è recato in visita al controverso tempio Yasukuni a Tokyo, considerato un simbolo dell’imperialismo del Giappone. 

I Bts, sono finiti nel mirino delle autorità cinesi l’anno scorso. Uno dei componenti, peraltro il protagonista della clip andata in onda durante lo speciale di Friends, parlò della “storia di sofferenza” condivisa dalla Corea del Sud e Usa nel conflitto del 1950-53.

Alessia Scrima

Back to top button