4.1 C
Roma
Gennaio 25, 2021, lunedì

“Qualcuno salvi il Natale 2”: Kurt Russell, il miglior Santa Claus di sempre è tornato

- Advertisement -

I film di Natale sono un classico delle feste, una tradizione per molte famiglie. Che si tratti di una commedia che strappa ancora un sorriso alla centesima visione, di un cartone animato per bambini dallo spirito natalizio, della storia di Santa Claus oppure uno dei film romantici a lieto fine, in questa rubrica, Around the Tree, troverete una varietà di consigli adatti a tutta la famiglia. Tanto più quest’anno, costretti a casa e magari lontani dagli affetti più cari.

Ecco allora un’avventuroso film di Natale ricco d’azione disponibile su Netflix per portare un po’ di umorismo e spirito natalizio a casa. Dopo il successo del primo capitolo, ha debuttato sulla piattaforma streaming: Qualcuno salvi il Natale 2, con una direzione motivo di vanto in quanto Chris Columbus (Harry Potter, Mamma ho perso l’aereo), è il regista. Avendo diretto due dei film più cult degli anni ’90 segnando una generazione, non potete che aspettarvi grandi cose da questo nuovo film sul Natale!

Qualcuno salvi il Natale 2: di ritorno al Polo Nord

Kurt Russell torna a vestire i panni di Babbo Natale. Se la prima avventura di Kate si svolgeva in giro per il mondo, tra inseguimenti e sketch da action comedy, questo secondo capitolo vede come location principale il Polo NordQualcuno salvi il Natale 2 è ambientato nel 2020 e racconta di come Kate Pierce (Darby Camp), bambina curiosa ed entusiasta del capitolo precedente, sia di nuovo protagonista della storia in versione d’adolescente un po’ cinica. Sono passati due anni dall’ultimo incontro con Babbo Natale e molte cose sono cambiate: Kate ed il fratello Teddy trascorrono le vacanze di Natale a Cancún con la madre, il suo nuovo compagno e il rispettivo figlio Jack.

Tra tutti però Kate è quella a vivere nel peggiore dei modi la decisione di sua madre, vedendo nei suoi gesti una sorta di tradimento verso il compianto padre, e a maggior ragione detesta l’idea di passare le feste ai tropici anziché trovarsi a casa a fare l’albero e intonare le canzoni del Natale. Non accettando così la nuova famiglia, decide di scappare ma si ritrova catapultata da un Wormhole, tunnel spazio-temporale, insieme al fratellastro Jack, nel villaggio di Babbo Natale; qui, capiranno ben presto che il Polo Nord è in grave pericolo: un misterioso piantagrane con dei poteri magici ha intenzione di distruggere il Polo Nord per mettere per sempre fine al Natale.

Qualcuno salvi il Natale 2/The Christmas Chronicles 2 -  © Netflix
Qualcuno salvi il Natale 2/The Christmas Chronicles 2 © Netflix

Il favoloso villaggio di Santa Claus e la stella di Natale

Qualcuno salvi il Natale 2 è sostanzialmente l’emblema dell’intrattenimento con la Stella di Natale, un oggetto magico creato dagli elfi della Turchia nel 312 d.C., per protegge il Villaggio di Babbo Natale e i suoi 300 mila negozi, rendendo tutto il villaggio ed i suoi abitanti invisibili al mondo degli umani, ma la Stella è stata rubata! Come fare? Unire le forze per una nuova avventura.

Santa Claus e la Stella di Natale, un frame dal film - © Netflix
Santa Claus e la Stella di Natale, un frame dal film – © Netflix

A fianco di questo prestante Babbo Natale abbiamo una Signora Natale interpretata da  Goldie Hawn, nonché compagna di vita di Kurt Russell dal 1983 a oggi. Una Signora, appunto, elegante e imprenditrice. Da lei sono realizzati i negozi del villaggio, sempre pronta a prendersi cura delle renne ferite o della follia che ha colpito gli elfi del villaggio. Mrs Claus ha però anche un grande istinto materno nonché un’affascinante mamma Natale che racconta le fiabe, prepara leccornie per i giovani ospiti, sempre felice di avere dei bambini nella sua casa.

Kurt Russell e Goldie Hawn - © tutti i diritti riservati
Kurt Russell e Goldie Hawn – © tutti i diritti riservati

Qualcuno salvi il Natale 2: il senso della famiglia

Qualcuno salvi il Natale 2, pur nella sua prevedibile retorica conclusiva, è sostanzialmente un film che parla di famiglia e in un periodo come questo c’è bisogno anche di pellicole così per scaldare i cuori e trasmettere l’atmosfera delle feste. Scintilla del film sarà il piccolo Jack (Jahzir Bruno), il quale troverà nel corso delle sue disavventure il coraggio di affrontare da solo le difficoltà della vita. Un altro bel messaggio che ci lascia questo film è che non importa quanto si è sbagliato, se si riconosce di aver sbagliato direzione si può tornare indietro.

La pellicola ci propone come soluzione, non di aspettare un intervento magico dall’esterno bensì di provare noi in prima persona ad agire per trovare una soluzione ad un cambiamento. Del resto, queste sono le caratteristiche che hanno fatto apprezzare al pubblico il Cinema di Columbus. Fra emozioni, avventura, spirito e mitologia natalizia, Qualcuno salvi il Natale 2 è un ottimo film adatto alla Festa più bella dell’anno, dove la famiglia assume un ruolo centrale, unico faro nella vita di ognuno di noi. Perché “non importa dove passi il Natale, ma con chi lo passi”.

Qualcuno salvi il Natale 2 - © Netflix
Qualcuno salvi il Natale 2© Netflix

Around the Tree ti aspetta giovedì prossimo 10 dicembre alle 18:00 con un nuovo film adatto a tutta la famiglia ricco di emozioni e tanto spirito natalizio!

Segui Metropolitan Cinema, per rimanere sempre aggiornato su tutto ciò che riguarda la Settima Arte e tutta la redazione del Metropolitan Magazine. Ci trovi su Facebook e Instagram!

Rubrica a cura di Giuliana Aglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Giuliana Agliohttp://www.metropolitanmagazine.it
Laureanda in Scienze Politiche delle Relazioni Internazionali e Diplomatiche: Storia, Cultura, Mondo, Attualità, presso Unict. Amante della Settima Arte visionaria, come testimonianza storica d'impegno civile e documentaria, costantemente ispirata da registi del calibro di Steven Spielberg, Martin Scorsese, Chris Columbus, Taika Waititi, Todd Phillips, Guillermo del Toro, Christopher Nolan e Denis Villeneuve. Innamorata dei Musical quali "The Greatest Showman" e del tanto acclamato "A Star is Born". Aspirando alla carriera da regista continuerò ad emozionarmi non smettendo mai di sognare attraverso l'inspiegabile piacere che il cinema regala con la "magia" capace di rendere meravigliose le cose ordinarie e la "bellezza" di spingerci dove non ci sono confini e orizzonti.
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -