Attualità
Trending

Quarantena Covid, cosa cambia dal 1 aprile

La quarantena non viene cancellata, ma cambia forma dal 1 aprile. Saranno previste regole uguali per tutti, senza distinzione tra vaccinati e non.

Ecco tutte le novità della nuova fase di allentamento delle misure che partirà dal 1° aprile per concludersi a dicembre di questo stesso anno.

Le nuove regole

Da venerdì 1 aprile, cambieranno le cose per chi è stato vicino a un positivo. 
La novità? Che una persona sia vaccinata o meno, le regole da seguire saranno le stesse.
Chi ha avuto un contatto stretto con una persona contagiata, dovrà infatti solo indossare per 10 giorni la mascherina Ffp2 quando si trova al chiuso o all’aperto, se ci sono rischi di assembramento.
Fino ad ora questa regola veniva applicata solo per coloro che avevano ottenuto il super green pass, ma con il nuovo decreto è valida per tutti. Niente più quarantena nemmeno per i non vaccinati dunque.
Vediamo adesso come comportarsi in caso di positività al virus, con o senza sintomi.
Per quanto riguarda le persone contagiate, resteranno valide le vecchie regole già fissate in precedenza. Queste prevedono 7 giorni di isolamento per i vaccinati e 10 giorni per i non vaccinati.
I sintomatici potranno fare il tampone non prima di tre giorni dalla fine delle manifestazioni del virus.

Quarantena o isolamento dal 1 aprile?

Al momento c’è molta confusione tra le persone, tra chi confonde isolamento e quarantena. L’isolamento riguarda solo le persone risultate positive al test diagnostico, veri e propri contagiati dunque. Lo scopo dell’isolarsi è quello di separarli dalle altre persone finché non si saranno nuovamente negativizzati.
La quarantena riguarda, invece, chiunque abbia avuto contatti stretti con un caso positivo. Queste persone potrebbero infatti potenzialmente sviluppare un’infezione, per questo motivo non devono stare a contatto con altre persone.

Parte dal 1° aprile la nuova roadmap che libera l’Italia dallo stato di emergenza Covid.
Alcune regole tuttavia rimangono, con misure di allentamento che prevedono varie tappe prima di tornare alla totale normalità. Fino al 30 aprile resta appunto l’obbligo di mascherine al chiuso.
L’obbligo di green pass nella sua versione base rimane per molte attività, come lavoro e ristoranti, fino alla fine del mese. L’obbligo decadrà finalmente il 1° maggio ovunque, tranne che per visite in ospedali dove invece sarà comunque richiesto il certificato base.

Beatrice D’Uffizi

Instagram: https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button