CulturaMetropolitan Today

Raffaello, da oggi la mostra on line

Le Scuderie del Quirinale propongono un palinsesto di attività on line per rendere la mostra “Raffaello 1520 – 1483” accessibile a tutti in questi giorni così difficili.

Raffaello: la mostra in virtuale

L’ evento dell’anno è disponibile on line sia sul sito internet delle Scuderie del Quirinale , che sugli account social dello spazio espositivo. L’evento attesissimo che doveva aprire al pubblico il 5 marzo, data l’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus, ha dovuto chiudere per decreto. Ma grazie alla visita virtuale resa disponibile dalla struttura espositiva, possiamo passeggiare virtualmente nelle mostre.

La passeggiata virtuale tra i capolavori

Da oggi è disponibile il primo video che ci racconta la vita e l’opera di Raffaello. Oggi si racconta la prematura scomparsa di Raffaello, artefice rapito al mondo nel fiore degli anni. Si passeggia poi nel video tra i capolavori della sala con il dipinto di Baldassarre Costiglione e LeoneX.

Arazzi Raffaello - pesca miracolosa - Vaticano

Il video racconta poi l’avventura di Raffaello Architetto, mostrando i progetti dei Villa Madama sulle pendici di Monte Mario progettata per Giuliano dè Medici, futuro papa Clemente VIII.

La passeggiata virtuale ci porta poi tra le committenze Chigi, raccontandoci le vicende dei progetti per la Cappella Chigi agli affreschi di Villa Farnesina, la Galatea e la loggia di Amore e Psiche.

Volta della loggia di Amore e PSche a Villa della Farnesina

La Fornarina

La visita virtuale accompagnerà i partecipanti tra le sale, illustrando anche i ritratti “La Velata” e “La Fornarina“, forse ritratti della donna amata da Raffaello.

Il pubblico potrà così ammirare a distanza, con una visita guidata, lo splendore dell’arte di Raffaello e la grandiosità del progetto. Infatti la mostra coinvolge capolavori che sono arrivati alla mostra da tutto il mondo. Raffaello, pittore della grazia e della bellezza, è a disposizione con oltre 300 delle sue opere per condividere cultura e bellezza con il maggior numero possibile di persone.

di M. Cristina Cadolini

Back to top button