Cronaca

Coronavirus, l’emergenza ha cambiato i reati nel nosto paese

L’emergenza coronavirus e la conseguente quarantena hanno fatto registrare un crollo dei reati in Italia. Diminuzione minore però per quanto concerne i maltrattamenti in famiglia. Il ministro dell’Interno Lamorgese scende immediatamente in campo con precise direttive ai prefetti per la tutela delle vittime.

Il calo dei reati in Italia

Il trend dei reati su tutto il territorio nazionale è in calo. Sono stati infatti registrati 52.596 delitti nel 2020, meno della metà dei 146.762 avvenuti nel 2019. Meno omicidi, meno violenze sessuali, meno furti ma un calo minore per e rapine, soprattutto quelle alle farmacie, e truffe informatiche. La Polizia Postale raccomanda di stare attenti a richieste e donazioni ad associazioni per quanto concerne l’emergenza coronavirus e di servirsi di soli enti certificati come la Protezione Civile. Bene invece il fronte del rispetto delle regole di restrizioni con solo il 4’% degli italiani denunciato contro il 96% che dimostra un forte senso di responsabilità. Anche perché, spiega il ministro dell’Inteno Luciana Lamorgese, “da oggi chi non rispetta le regole sarà sottoposto non più a una sanzione penale ma amministrativa da 400 a 3.000 euro”.

Il ringraziamento del ministro Lamorgese alle Forze dell’Ordine in campo contro il coronavirus

Il benefit della quarantena

Questo calo dei reati è dovuto alle restrizioni imposte dalla quarantena che ha comportato una minore interazione sociale. “Con il contenimento degli spostamenti sono diminuiti, inevitabilmente, i reati commessi sul territorio. Abbiamo registrato un calo del 64,2% dal 1 al 22 marzo”, ha dichiarato il ministro Lamorgese al Gr Rai. Preoccupa tuttavia una minore diminuzione dei femminicidi e dei maltrattamenti domestici che potrebbero essere aggravati dalla forzata convivenza con un coniuge manesco. “Per questo già da sabato scorso ho fatto impartire ai prefetti precise direttive per garantire l’ospitalità alle vittime di maltrattamenti in famiglia anche durante questa gravissima emergenza sanitaria”, fa sapere il ministro Lamorgese che si è detta preoccupata per la situazione.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button