Games

RetroNerd #4 – Metal Slug

Metal Slug è una delle saghe di videogiochi più amate e famose di sempre, è proprio di lei che parliamo in questo nuovo articolo di RetroNerd, la rubrica a tema videoludico che ti porta indietro nel tempo.

Un po’ di storia…

Metal Slug è una famosissima serie di sparatutto a scorrimento orizzontale prodotta dalla casa giapponese SNK.
Il primo titolo risale al lontano 1996 ed era disponibile per NeoGeo, quindi giocabile negli storici cabinati arcade e in seguito anche su altre piattaforme come Playstation.
Ad oggi è possibile fruire dei titoli grazie a un Anthology disponibile sul Playstation Store.

La trama

Metal Slug è ambientato in un futuro distopico in cui ha inizio l’era del “terrorismo contemporaneo” e la speranza che questa venga fermata è riposta nell’Esercito Regolare, di cui i nostri personaggi fanno parte.
In particolare il nostro esercito dovrà vedersela con il gruppo della Ribellione, con a capo Donald Morden, ex vice-ammiraglio dei Marines che si unisce al gruppo dopo la morte del figlio, causata da un bombardamento per mano dell’Esercito.
Nei vari capitoli i nostri militari dovranno vedersela non solo con i terroristi, ma anche con marziani e venusiani.
Questa trama è alla base di tutti i capitoli ad eccezione del quinto, in cui ci ritroveremo a combattere i membri dell’Esercito Tolemaico.

Metal Slug Photo credit: web
Donald Morden – Photo Credit: web

I personaggi

Tra le caratteristiche che tutti si ricordano di questo gioco c’è sicuramente la gamma di personaggi giocabili (e la verve con cui i loro nomi vengono pronunciati), che si è ampliata nel tempo.
Nel primo capitolo si potevano utilizzare, infatti, solamente i personaggi di Marco e Tarma, ai quali si sono unite Fio ed Eri già da “Metal Slug 2“.
Ogni personaggio è caratterizzato da una sua storia e da un suo carattere, vediamoli insieme.

Marco Rossi

Marco Rossi è uno dei protagonisti della storia. Disponibile fin dal primo gioco, Marco è un italo-americano, come avrete intuito dal nome, nato in Idaho e nel primo gioco ha 33 anni. Il personaggio è un esperto informatico e fa parte della squadra dei Falchi Pellegrini.

Tarma Roving

Anche Tarma Roving è un personaggio disponibile dal primo capitolo, collega e migliore amico di Marco nei Falchi Pellegrini. Nato a Hokkaido e figlio di un soldato, Tarma ha studiato all’Istituto di Allenamento per Tattiche di Combattimento e sventato un attentato al Presidente alla giovane età di 20 anni (motivo per cui è nei Falchi Pellegrini). Ha la passione della meccanica, sogna di lasciare l’Esercito e aprire un’officina, ma la sua richiesta ha sempre avuto esito negativo.

Eri Kasamoto

Eri Kasamoto è una delle protagoniste femminili del gioco. Nata orfana ad Hiroshima, lascia presto la chiesa in cui viene cresciuta e si mette a capo di una gang di ragazzini di strada. L’Intelligence americana la nota e decide di offrirle un addestramento in spionaggio, impegnandola in numerose missioni. Dopo una serie di missioni che metteranno a dura prova il suo equilibrio mentale, chiede di essere spostata nello Speciale Squadrone Operativo dei Passeri, richiesta accettata proprio per le qualità mostrate durante le precedenti missioni.

Fiolina Germi

Fiolina Germi, soprannominata Fio, è la seconda protagonista femminile della saga. Fio è infatti nata a Genova da una famiglia molto ricca di cui è l’unica erede. Nonostante i suoi studi in medicina e il fatto che pratichi nuoto a livello agonistico, decide di continuare la tradizione di famiglia di mandare il primogenito all’esercito e vi si iscrive.
Diventa Sergente Capo dello Speciale Squadrone Operativo dei Passeri e spera di diventare medico sportivo una volta ritirata dall’Esercito.

Metal Slug Photo credit: web
Selezione personaggio – Photo credit: web

Ma perché “Metal Slug”?

Sicuramente il titolo di questa serie è particolare. In italiano è infatti traducibile come “lumaca metallica”, ma perché questa scelta?
Dovete sapere che, nel primo capitolo della serie, l’Esercito Regolare idea un nuovo tipo di carro armato chiamato “Super Vehicle 001” e soprannominato, appunto, “Metal Slug“.
All’inizio del primo gioco questi veicoli vengono però rubati dalla Ribellione ed è compito dei due protagonisti recuperarli.

I ricordi…

Quanti non hanno mai giocato almeno una partita a Metal Slug? Scommetto pochissimi.
I vecchi cabinati spesso e volentieri si trovavano anche negli stabilimenti al mare ed erano sempre super affollati da ragazzini e spesso anche da adulti.
Per quanto mi riguarda, ogni cosa di questa saga mi riporta a bei momenti della mia infanzia, in particolare i suoni di gioco.
Dopo tantissimi anni dalla prima volta che ho toccato un capitolo di questa serie, quando sento i nomi dei personaggi o l’urlo “Heavy Machine Gun” (una delle armi di gioco più famose) ancora mi agito e mi fomento.
I Metal Slug sono dei titoli storici, che mi hanno sempre regalato tantissimi momenti di divertimento e di sfogo. Indimenticabili e assolutamente da recuperare per chi non ha mai avuto modo di provarli.

Metal Slug Photo credit: web
Schermata di gioco – Photo credit: web

Quanti di voi hanno ricordato bei momenti passati?
RetroNerd torna la settimana prossima, per farvi rivivere ancora tantissimi ricordi!

Seguici su
InfoNerd
Instagram
Facebook

Federica Giorgi

Nata a Roma nel 1999. Studia Comunicazione, tecnologie e culture digitali alla Sapienza. Appassionata di cinema, serie tv, videogiochi, fumetti e tutto ciò che concerne l'universo Nerd.
Back to top button