Basket

Reyer Venezia, EuroCup: la vetta del Gruppo A è alla portata

La prima parte della stagione di EuroCup è andata in archivio, con le squadre che si prendono una meritata pausa dopo aver terminato il girone d’andata. La squadra italiana che ha meglio figurato finora è stata senza dubbio la Reyer Venezia, che può tracciare un bilancio positivo dopo le prime 9 partite. Solamente J.L. Bourg-en-Bresse e Joventut, infatti, hanno fatto meglio dei ragazzi di De Raffaele nel Gruppo A. Un percorso migliore rispetto a quello intrapreso nella Lega Basket A, dove la squadra veneta sta avendo qualche difficoltà nel tenere il passo delle prime della classe.

Reyer Venezia, il percorso in EuroCup

Lo score della Reyer Venezia in EuroCup recita 5 vittorie e 4 sconfitte. Un cammino che è valso fin qui 10 punti, gli stessi di Prometey, Buraspor e Ratiopharm Ulm, a due lunghezze dal duo di testa. Nelle ultime due giornate, tuttavia, la marcia della Reyer e rallentata, dal momento che sono arrivate due sconfitte dolorose contro delle dirette rivali come Joventut e Prometey. Sconfitte di misura, in match sul filo del rasoio e decisi dalla maggior presenza il lunetta degli avversari. Passi falsi che hanno parzialmente compromesso i cinque successi consecutivi precedenti, in cui gli uomini di De Raffaele avevano regolato – nell’ordine – Cluj-Napoca, Union Olimpija, Lietkabelis, Brescia e Buraspor.

Soprattutto nel derby italiano i veneti si sono disimpegnati al meglio, andando ad espugnare il PalaLeonessa con un perentorio 60-80, fornendo un’ottima prestazione difensiva. Nei primi due incontri di EuroCup, invece, Venezia è uscita sconfitta dalle sfide contro Ratiopharm Ulm e J.L. Bourg-en-Bresse, pur rimanendo sempre in partita e dando del filo da torcere alle avversarie.

Reyer Venezia, EuroCup: la vetta del Gruppo A è alla portata

Le prossime partite della Reyer Venezia

La Reyer Venezia tornerà in campo in EuroCup l’11 gennaio, nuovamente contro Ratiopharm Ulm, mentre sei giorni più tardi volerà in Francia in casa del J.L. Bourg-en-Bresse. Due sfide complicate per gli uomini di De Raffaele, ma anche l’occasione per rifarsi delle sconfitte nel girone d’andata e proseguire con maggiore sicurezza il proprio percorso europeo. Saranno inoltre due sfide contro dirette concorrenti, che potrebbero quindi ridisegnare la classifica. La squadra ha già dimostrato di avere la qualità per stare ai piani alti fino alla fine, e sta esprimendo un buon gioco in ambito europeo, a discapito di qualche passaggio a vuoto di troppo in campionato. Una partenza a razzo nel girone di ritorno potrebbe sicuramente facilitare i giochi a una squadra che ha dimostrato di potersela giocare con chiunque fino ad ora.

MARCO SCALAS

Seguici su GOOGLE NEWS

Credit foto: Getty Images

Back to top button