Cronaca

Ragazza rifiuta matrimonio organizzato e scompare: s’indaga per omicidio

Nella nostra cultura si usa celebrare matrimoni dopo aver conosciuto l’uomo o la donna di cui siamo innamorate/i. Siamo noi a scegliere con chi passare il resto della nostra vita e quando fare il grande passo. Probabilmente il matrimonio, da noi, è il giorno più atteso da (quasi) tutte le ragazze. Non in tutto il mondo però funziona così.

Matrimonio organizzato in Pakistan: la ragazza si ribella e denuncia i genitori

In Pakistan ad esempio è molto diverso. Lì il matrimonio è considerato l’evento cardine della vita sociale degli individui, praticamente ha lo stesso valore, per l’individuo, di una laurea o di una promozione di alto livello nel nostro caso. Ovviamente, per parlare di matrimonio bisogna prima combinare un fidanzamento, che quasi certamente non avverrà, appunto, per amore, e dopo un mese i due giovani potranno essere uniti in matrimonio con una grande celebrazione che dura giorni.

Non tutte le ragazze riescono a sopportare il peso di dover passare la propria vita con una persona quasi sconosciuta e per cui non si prova alcun tipo di sentimento. Soprattutto se si vive in una nazione con una cultura diversa. Se una ragazza pakistana vive in Italia, le può capitare di avere amici italiani che si innamorano di persone con cui riescono ad avere una relazione d’amore, allora, inizia probabilmente a soffrire nel vedere una cosa, che per via di una cultura diversa, non capiterà mai. O semplicemente inizia ad allargare le proprie vedute e conoscere altre culture diverse dalla propria che le piacciono di più. E così scappano.

Saman Habbas scomparsa da oltre un mese

Questo probabilmente è quanto accaduto a Saman Habbas, una ragazza di 18 anni che vive a Reggio Emilia e che ad oggi risulta scomparsa da oltre un mese. Alla ragazza, a dicembre, era stato combinato, dai genitori, un matrimonio con un cugino connazionale. Saman aveva rifiutato l’opzione e così, essendo ancora minorenne, si era rivolta ai servizi sociali che hanno presentato il fatto alle forze dell’ordine, denunciando i genitori con l’accusa di costrizione e induzione al matrimonio. Subito dopo la denuncia l’Habbas è stata messa in una casa famiglia, da cui è uscita subito dopo essere diventata maggiorenne, a quanto riporta la fonte Ansa.

Ad oggi Saman Habbas risulta scomparsa da un mese e la polizia, mossa da qualche interrogativo su una mancata denuncia per scomparsa da parte dei genitori, ha iniziato ad indagare per omicidio, a quanto riporta Ansa. Saman si era già allontanata in passato, per passare delle settimane all’estero, ma facendo sempre ritorno. Questa volta non si trova e i genitori sembra siano dovuti tornare urgentemente in patria, ma della ragazza nessuna traccia agli aeroporti.

Gli inquirenti hanno iniziato a cercarla ovunque, sia con gli elicotteri che con i cani, ma sembra essere sparita nel nulla. Come conferma l‘Ansa, probabilmente chi indaga, anche se non è nulla di ufficiale, ha inserito nella lista degli indagati qualche familiare.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button