ViaggiAmo

La Riviera Romagnola punta sulla vacanza a Km0

“Non è detto che a luglio e agosto non riusciremo ad andare al mare”. Parola di Massimo Galli, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano. In questi giorni d’attesa di inizio “Fase 2”, comincia a intravedersi un possibile scenario futuro sul come si svolgeranno le normali attività di ognuno: fare la spesa con la mascherina, sanificare e riorganizzare gli uffici, tenere un metro di distanza tra i tavoli di un ristorante e perché no… Tornare al mare.

Ma basterà tutto questo? Nonostante gli accorgimenti sanitari, gli italiani saranno pronti a viaggiare quest’estate?

Ovviamente non si può sapere come reagiranno gli italiani a questo periodo di lockdown, ma si possono fare alcune valutazioni più ovvie di altre. In primo luogo i nostri connazionali andranno in vacanza in Italia, optando per delle vacanze a Km0 o quasi… La mancanza di ferie, una minore disponibilità economica, il calo dei collegamenti aerei, l’incertezza delle misure prese dagli altri paesi spingeranno gli italiani a muoversi il meno possibile.

Lucio Bonini​, Ceo di​ ​Info Alberghi Srl​, portale che raccoglie 1300 hotel in tutta la Riviera Romagnola punta molto sul fattore “prossimità geografica” per questa strana estate 2020. Forte di un’esperienza trentennale nel settore turistico, afferma che “il turista tende a spostarsi entro 2-3 ore di viaggio. E noi Riviera Romagnola, siamo a 2-3 ore dalla Lombardia, dal Veneto, dall’Emilia e ci metto dentro anche il Piemonte. Questo vuol dire che riusciamo a intercettare un potenziale bacino di utenza di 15, 20 milioni di persone. Un bacino interessante. Poi c’è sempre l’incognita sul come reagiremo dopo tutto questo: se sarà più forte la voglia di andare in vacanza oppure il timore del mondo che ci circonda”.

Nonostante il fattore incertezza, comunque, la Riviera Romagnola si sta preparando: hotel più sicuri, maggiori distanziamenti in spiaggia, grandi eventi spostati in autunno. Certo una Riviera senza tedeschi (meglio tedesche) è un po’ inverosimile, ma in tempi di vacanze a Km0 tutto si perdona!

Leggi anche: Viaggiare in Egitto è sicuro?

Mr. Red

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
Back to top button