Esteri

Robert Crimo, arrestato il killer della strage del 4 luglio in Illinois: chi è il rapper suprematista

Dopo una caccia all’uomo durata otto ore, la polizia ha arrestato il giovane di 22 anni sospettato di aver aperto il fuoco su una parata per il 4 luglio alla periferia di Chicago uccidendo sei persone e ferendone 31. Robert Crimo, che le autorità non ha ancora definito ufficialmente l’autore della strage, è stato fermato mentre si trovava alla guida della sua auto nella zona di Lake Forest, a nord della metropoli dell’ Illinois, ed è stato subito portato in centrale per essere interrogato.

Di lui al momento si sa solo quello che appare sui social media: rapper con lo pseudonimo Awake, diversi tatuaggi sul viso e sul collo, abitante della città in cui, probabilmente, ha compiuto il suo massacro. In una foto del suo profilo Facebook, ora oscurato ma rilanciato da molti utenti di Twitter, il giovane appare con un elmetto e una piccola telecamera in testa e il volto coperto. Sempre sulla sua pagina compare un’immagine di una manifestazione del Patriot Front, un’organizzazione suprematista bianca.

Robert Crimo, chi è il killer della strage del 4 luglio

Dopo una caccia all’uomo durata otto ore, la polizia ha arrestato il giovane di 22 anni sospettato di aver aperto il fuoco su una parata per il 4 luglio alla periferia di Chicago uccidendo sei persone e ferendone 31. Robert Crimo, che le autorità non ha ancora definito ufficialmente l’autore della strage, è stato fermato mentre si trovava alla guida della sua auto nella zona di Lake Forest, a nord della metropoli dell’ Illinois, ed è stato subito portato in centrale per essere interrogato. Di lui al momento si sa solo quello che appare sui social media: rapper con lo pseudonimo Awake, diversi tatuaggi sul viso e sul collo, abitante della città in cui, probabilmente, ha compiuto il suo massacro. In una foto del suo profilo Facebook, ora oscurato ma rilanciato da molti utenti di Twitter, il giovane appare con un elmetto e una piccola telecamera in testa e il volto coperto. Sempre sulla sua pagina compare un’immagine di una manifestazione del Patriot Front, un’organizzazione suprematista bianca.

Sui social media e nei suoi video Robert Crimo pubblica spesso un simbolo simile a quello usato da Suomen Sisu, un’organizzazione finlandese di estrema destra ma non li cita mai direttamente. Il ragazzo era anche l’amministratore di un canale Discord chiamato “SS” che dopo la strage è stato rimosso. La stessa cosa hanno fatto Alphabet (proprietario di YouTube), Meta (proprietario di Instagram), e Twitter. Su Spotify, che ha mantenuto attivo il suo account «Awake the Rapper», Crimo aveva 56 delle sue canzoni in tre album, il primo nel 2017 intitolato «Messages», seguito da «Observer» del 2018 e dall’omonimo «Awake the Rapper» del 2021. In uno dei video, per la canzone «Toy Soldier», si vede un’animazione con una figura stilizzata di un uomo che spara con una lunga pistola e poi appare riverso a faccia in giù in una pozza di sangue apparentemente colpito dalla polizia. Il testo recita: «Voglio solo urlare/Fottiti questo mondo/Vivere il sogno». In un altro «Nella mia mente» Crimo è in tenuta da combattimento dentro una classe vuota, in una mano tiene una bandiera americana. In un filmato canta «come un sonnambulo, sto sfondando non importa come» e fa scorrere frammenti di video in cui sembra essere armato

Si sa che il padre si era candidato senza successo alla carica di sindaco di Highland Park contro un esponente liberal che «correva» per una piattaforma a favore del controllo delle armi. Bob Crimo è il proprietario di Bob’s Pantry and Deli proprio ad Highland Park: intervistato dal «Chicago Tribune» nel 2018 e fotografato con sua moglie Denise, descriveva la sua gastronomia come un «negozio a conduzione familiare e orientato alla famiglia». Il fratello di Bob, Paul, zio del presunto killer, ha detto di non essere a conoscenza che il nipote avesse particolari opinioni politiche. «È un ragazzo tranquillo. Di solito è da solo.Non avevo colto segnali di malessere, altrimenti sarei intervenuto». Il giorno della strage nella scuola a Uvalde nel maggio 2022, al padre di Crimo era piaciuto un tweet che diceva: «Proteggi il Secondo Emendamento come se la tua vita dipendesse da esso»

Il messaggio del presidente Biden

“Io e Jill siamo scioccati da questo atto di violenza senza senso che ha portato l’ennesimo dolore alla comunità americana nel giorno dell’indipendenza”, ha scritto il presidente americano Joe Biden in un comunicato, prima di parlare alla Casa Bianca nel discorso di aprertura delle celebrazioni del 4 luglio. “Di recente – ha ricordato il presidente – ho firmato la prima grande legge bipartisan su una riforma delle armi in quasi trent’anni che prevede azioni che salveranno vite. C’è ancora molto lavoro da fare e non rinuncerò a combattere questa epidemia della violenza delle armi”, ha assicurato il presidente. Biden alla Casa Bianca ha detto poi: “Quello che è successo oggi ci dice che niente è garantito, niente è scontato. Bisogna lottare per quello che abbiamo. So che molti vedono un Paese diviso e sono preoccupati, ma è nostro potere quello di scegliere l’unità e di unire. E il mio pensiero va a coloro che servono il Paese in tutto il mondo. Dobbiamo tenere questa cosa sotto controllo”. Dopo aver tenuto il suo discorso, il presidente americano è tornato nei giardini della sua residenza dove si stanno tenendo concerti e barbecue e ha chiesto un minuto di silenzio per le vittime.

Adv

Related Articles

Back to top button