Cronaca

Robert Durst condannato all’ergastolo per l’omicidio di Susan Berman

Robert Durst è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio della sua amica, Susan Berman. La donna era stata uccisa nel dicembre del 2000 con un colpo di pistola alla testa.

Il milionario, Robert Bust è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio della sua amica Susan Berman

Robert Durst è stato condannato all’ergastolo, per omicidio di primo grado (premeditato) senza possibilità di libertà condizionale. Negli Stati Uniti è la pena più grave, dopo quella di morte.

La vittima dell’omicidio è Susan Berman, morta nel dicembre del 2000. Dopo averlo aiutato a coprire le tracce della scomparsa della consorte, aveva minacciato di andare alla polizia a spiattellare tutto. 

Durst avrebbe quindi ucciso la Berman, proprio per evitare che parlasse con la polizia della scomparsa della sua prima moglie, Kathie McCormack, del cui omicidio era ritenuto responsabile.

Susan Berman era una scrittrice di gialli e la figlia di un criminale di Las Vegas. Era stata la portavoce di Durst al tempo della scomparsa della moglie, nel 1982, del cui omicidio era già sospettato.

Nel 2000, era stata trovata morta nel suo appartamento, uccisa da un colpo di pistola alla testa. Era stato proprio lo stesso Durst a segnalare alla polizia la presenza di un cadavere, confermando, di fatto, di essere stato a casa sua in un momento imprecisato fra la morte e la scoperta del corpo.

Si tratta dell’ultimo capitolo di una saga pluridecennale per Robert Durst, che per metà della vita era riuscito a schivare la giustizia, ma nel 2015 era stato arrestato dopo aver affermato, convinto di non avere il microfono di «averli uccisi tutti».

La registrazione è contenuta in un documentario di Hbo intitolato The Jinx.

Ecco chi è Robert Dust

Robert Durst, 78 anni è nato a Scarsdale nell’aprile del 1943. Figlio di Seymour Durst, noto immobiliarista e inventore del National Debt Clock, è l’erede di una ricchissima famiglia di imprenditori immobiliari di New York.

Sua madre si suicidò gettandosi dal balcone senza un motivo apparente, davanti ai suoi occhi, quando aveva poco più di sette anni. Secondo il Reader’s Digest, Durst rimase particolarmente colpito dalla morte prematura della madre, tanto che i dottori gli diagnosticarono alcuni problemi psichiatrici, tra cui la schizofrenia, in parte dovuti ad una “profonda rabbia interiore”.

A causa del comportamento litigioso dei due fratelli, negli anni novanta fu allontanato dagli affari della famiglia, lasciando il controllo completo di tutte le attività a suo fratello Douglas. In questo periodo gli fu diagnosticata la sindrome di Asperger, dimostrando l’infondatezza della precedente diagnosi.

E’ da sempre stato collegato a una serie di omicidi (oltre a quello della sua prima moglie, anche a quello del vicino di casa Morris Black), per i quali non aveva ancora ricevuto nessuna condanna. 

La sua vita è stata adattata per il grande schermo dal regista Andrew Jarecki con il film “Love & Secrets” (All Good Things), interpretato da Kirsten Dunst e Ryan Gosling e incentrato sulla sparizione di Kathleen McCormack e delle indagini relative.

Adv
Adv
Adv
Back to top button