Formula 1

Robert Kubica, scudiero di Giovinazzi in Alfa Romeo e “nemico” di Mazepin

Un altro weekend in pista per Robert Kubica, terzo pilota e collaudatore dell’Alfa Romeo Racing promosso a seconda guida dopo la positività di Kimi Raikkonen al Coronavirus. Che venerdì è stato per l’esperto polacco? Piuttosto amaro. Il corridore della scuderia elvetica partirà in diciannovesima posizione nella Sprint Race per “colpa” del russo Nikita Mazepin che ha ostacolato, secondo il polacco, la vettura biancorossa. Intanto, il team ha deciso la strategia: Robert Kubica darà sempre la scia ad Antonio Giovinazzi nel tentativo di aiutarlo.

Le dichiarazioni di Robert Kubica

Ecco le dichiarazioni del polacco rilasciate a Sky Sport F1:

Bello avere la scia, ma è anche bello non essere disturbati come in tutte le cose, devi essere fortunato o furbo. Però tante volte è più questione di fortuna che non di furbizia. Antonio uscirà dietro di me, spero di dargli una mano. Ovviamente voglio fare le mie qualifiche, ma di regola lui è sempre dietro di me. Spero di aiutarlo e non disturbarlo, ma questo non lo potrò sapere finche non siamo in qualifica“.

Successivamente, il pilota dell’Alfa Romeo Racing si è scagliato contro Nikita Mazepin della Haas, reo di aver rovinato il giro all’esperto corridore:

Non è stata la giornata più tranquilla, ma nella Sprint possiamo provare a recuperare terreno. Le libere non sono andate male, ma quando hai solo un’ora per provare tre mescole e fare simulazioni di qualifica e passo gara, non è facile ottenere un riferimento. Sono un po’ deluso per il risultato delle qualifiche perché credo che avremmo potuto qualificarci meglio. Trovare spazio in pista non è stato semplice, e quando l’ho fatto nel mio primo tentativo Mazepin mi ha rovinato il giro, era proprio in mezzo alla pista. Pensavo avesse un problema tecnico, poi però è scappato via. E’ un peccato, perché in una sessione corta devi sfruttare ogni giro, ma è andata così”.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button