Questo weekend si svolgerà a Città del Messico il quarto ePrix stagionale di Formula E. Robin Frijns, attualmente pilota di Envision Virgin Racing, parla delle sue aspettative sul Messico considerando le recenti modifiche al tracciato.

Robin Frijns Messico – Dopo poco meno di un mese di pausa forzata, la Formula E tornerà in pista in Sud America. Dopo l’ePrix di Santiago del Cile vinto da Max Gunther, il circus elettrico scenderà in pista all’Autodromo Hermanos Rodrigues di Città del Messico per la quinta volta consecutiva. Rispetto alle stagioni precedenti, Formula E e gli organizzatori hanno deciso di apportare alcune modifiche al tracciato messicano rendendolo più adatto alla competizione.

Robin Frijns Messico
Robin Frijns sulla griglia di partenza in Arabia Saudita – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Tra le modifiche realizzate, la più significativa riguarda le anguste chicane che erano posizionate in corrispondenza della Peraltada. Inizialmente introdotte per rallentare le vetture e per incrementare i punti di sorpasso, queste ultime hanno causato sempre grandi incidenti nel corso delle scorse edizioni. Per questo motivo, a partire da questa stagione, la Peraltada verrà percorsa a tutta velocità così come avviene per la Formula 1. Robin Frijns, pilota olandese di Envision Virgin Racing, ha rilasciato alcune dichiarazioni a riguardo ad Eracing365.

“Penso che sia estremamente importante ed una decisione saggia di rimuovere quella chicane dal layout del circuito. Abbiamo visto molti brutti incidenti in passato. Oltretutto, dovrebbe rendere la corsa ancora più emozionante e credo che così ci saranno più opportunità di sorpasso. Dal tempo speso al simulatore, i dati mostrano che possiamo raggiungere la nostra velocità massima alla Peraltada, per cui saremo davvero al limite. Sarà sicuramente una grande gara e penso che potremo sfruttare al meglio l’essere nell’ultimo gruppo di qualifica”Robin Frijns

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA