Cinema

Robin Williams in “Patch Adams”: quando un sorriso può salvare vite

Hunter Doherty “Patch” Adams ha sempre dedicato la sua vita agli altri, specialmente ai malati e ai più bisognosi che aiuta attraverso una terapia semplice ma molto potente: il sorriso. La clownterapia fa affidamento su delle componenti che in ospedale spesso vengono a mancare ovvero la componente umana

Adams ha studiato a lungo la correlazione tra felicità e salute, esplorando quanto il corpo reagisca meglio alle cure se l’umore è buono. Oggi omaggeremo il suo encomiabile lavoro, la figura sensibile e compassionevole del dottor Patch Adams attraverso il film a lui dedicato e interpretato dall’indimenticabile Robin Williams.

Trama e curiosità sul film “Patch Adams”

Patch Adams” è un film semi-biografico del 1998 diretto da Tom Shadyac, basato sulla storia della vita del Dr. Hunter e sul libro “Salute! Curare la sofferenza con l’allegria e con l’amore“. Nonostante la critica e lo stesso Patch Adams abbiano giudicato negativamente il film, questo è stato un successo al botteghino; incassando oltre il doppio del suo budget solo negli Stati Uniti.

La storia segue la vita di Hunter Adams (Robin Williams) partendo dal suo tentativo di suicidio e il successivo internamento in una struttura psichiatrica. Qui inizia a sperimentare l’umorismo come rimedio ai mali che lo affliggono e che attanagliano anche i suoi nuovi amici all’interno della struttura. Desideroso di diffondere le proprie idee e fare del bene agli altri, Adams decide iscriversi alla facoltà di medicina dove conosce diversi colleghi, con cui sviluppa l’idea per una clinica medica costruita attorno alla filosofia di trattare i pazienti usando umorismo e compassione. Realizza il suo sogno e apre la sua clinica con non pochi problemi, dovendo dimostrare che la nuova concezione del paziente e le tesi a cui sta lavorando e dedicando la sua intera esistenza, possono cambiare per sempre il mondo della medicina.

La storia raccontata in questo film, seppur romanzata e molto addolcita, affronta tematiche importanti. Robin Williams ci regala una performance autentica solo come lui sa fare, un’incarnazione toccante e leggera di un animo anticonformista.

Francesca Agnoletto

Francesca Agnoletto

Francesca Agnoletto è scrittrice, articolista, videomaker e laureata al Dams all'Università di Padova. Gli studi le hanno fornito un'ottima conoscenza in ambito cinematografico, argomento d'interesse di cui si occupa nei suoi articoli.
Back to top button