Cultura

RockMemories #37 i TIMORIA di Viaggio Senza Vento

“Rock Memories è un modo di ricordare artisti di oggi e di ieri legati alla mia vita, una vita che ha una sola passione: quella per la musica ed il rock in particolare, strizzando un occhio ai vinili che fanno parte della mia collezione. Condividere periodicamente con voi i miei ricordi sarà come creare insieme una colonna sonora: ognuno di noi ha giorni felici e meno felici che la musica, come per magia, può riportare alla mente e suscitare #emozioni evocare #volti e farci #sognare “
Pasquale Colosimo

I TIMORIA e un Primo Maggio di Tanti anni fa.

Dopo tanti anni trascorsi a bordo della vecchia Golf grigia del mio amico, tante pasquette, tante serate, tante dormite sul sedile posteriore da ubriachi, insomma dopo tanto tempo in compagnia della vecchia, fedele, indimenticabile e vissuta Golf grigia, arrivò anche per lei il giorno di dirle addio e scegliere una macchina nuova.

Cosi un pomeriggio il mio amico arrivò in piazza con la sua nuova macchina, una Lancia.

Una Lancia Delta blu, figa, sportiva, interni spettacolari… insomma era strafigo in quella macchina con i cd di Lou Reed, dei Rolling Stones e dei Jethro Tull! Era l’inizio di una nuova avventura.

Il nuovo acquisto fu di primavera, poco prima della festa del 1° Maggio e del concertone di Piazza San Giovanni a Roma. Noi non ne perdevamo uno: ogni anno si andava su nella Capitale per assistere al grande evento. Lo facevamo perché eravamo pazzi per la musica, per evadere dal paesino, perché avevamo voglia di fare cose diverse e la musica ci accompagnava sempre.

Da ragazzini organizzavamo alla meno peggio: i primi anni si partiva in treno poi, con il passare del tempo e diventati più grandi, con gli autobus.  Eravamo una comitiva numerosa tanti dal mio piccolo paese, ma anche dai paesini vicini. In quella piazza, su quel palco, ho visto e ascoltato esibirsi grandi artisti: da Vasco nel 1991, agli Eurytmics, da Sting a Sinead O’Connor, i Litfiba e tanti e tanti altri.

Era bello già il solo viaggio. Partire, cioè evadere, dal paese con i tuoi amici, arrivare nella capitale dove ti aspettavano gli amici più grandi che si erano già trasferiti lì per studio e passare da casa loro per prima cosa, con le borse piene di prelibatezze calabresi, per iniziare a far festa prima da loro. Dopo aver mangiato, bevuto e fumato, magari qualcuno aveva già sboccato (ma tranquilli tutto normale, tutto sotto controllo!) ci ritrovavamo poi tutti in piazza in mezzo a tutta quella gente, a tutti quei ragazzi come noi. Si chiacchierava, ci si divertiva con gente mai vista prima ma lì, come per magia, si diventava tutti amici.

Ma torniamo al mio amico e alla sua macchina nuova. Era quasi il primo maggio dicevo e quella volta decidemmo di andare in quattro a Roma con la sua macchina: noi due insieme alle nostre rispettive ragazze. Fu un viaggio meraviglioso e in quelle sei ore di viaggio ci fecero compagnia tanti cd che, come al solito, sceglievo e mettevo io.

Ricordo che partimmo e di lì a poco ci fermammo al distributore e, mentre si faceva il pieno, io tirai fuori dalla custodia un vecchio cd dei TIMORIA.

Si intitolava “viaggio senza vento”

Fu così che iniziò la nostra avventura!

Timoria - immagine web
Timoria – immagine web

Un album meraviglioso che ancora oggi amo come allora. Ventuno tracce, tutte meravigliose, che sono un viaggio, sono l’avventura dell’amico Joe.

Il disco fu pubblicato nell’ottobre del 1993

Era il quarto album in studio per i mitici TIMORIA, gruppo rock storico con alla voce Francesco Renga e Omar Pedrini.

Cd che conservo ancora ma, credetemi, non so quante volte l’ho fatto suonare. Impazzisco ancora per alcune tracce: Senza Vento, Sangue Impazzito, La cura giusta, il sogno e verso oriente dove collabora anche il grande Eugenio Finardi.

Oggi conservo il doppio vinile, meraviglioso, e ogni volta che lo ascolto mi ritrovo in quella Lancia Delta nuova profumata su quell’autostrada verso quella piazza piena di gente piena di amici piena di musica dove ogni volta era magia…

Quell’anno sul palco dovevano esibirsi tanti artisti che amavamo: dai Modena city Ramblers ai Subsonica dai Prozac+ agli Avion Travel. Come ospiti internazionali grandi nomi: Jon Bon Jovi, Simple Minds e Julian Lennon io sinceramente impazzivo per i Simple Minds e non vedevo l’ora di vederli, anche se alla fine come ogni volta dopo tante bevute non era facile capire chi si stava esibendo sul palco, ma loro li ricordo benissimo.

Simple Minds che ancora oggi ascolto volentieri, specialmente  new gold dreem (81-82-83-84) …

…ma questa è un’altra storia!

L’ARTISTA:

 I Timoria sono stati un gruppo musicale rock alternativo italiano, nato artisticamente a Brescia nel 1986 con il nome Precious Time. Ne facevano parte:

  • Francesco Renga 
  • Omar Pedrini 
  • Carlo Alberto “Illorca” Pellegrini 
  • Enrico Ghedi 
  • Diego Galeri

L’ALBUM: TIMORIA – Viaggio Senza Vento

Senza vento 

Joe 

Sangue impazzito 

Lasciami in down 

Il guardiano di cani 

La cura giusta 

La fuga 

Verso oriente –duetto con Eugenio Finardi

Lombardia 

Campo dei fiori jazz band 

Freedom 

Il mercante dei sogni 

La città del sole 

La città della guerra 

Piove 

Il sogno 

Come serpenti in amore 

Frankenstein 

La città di Eva 

Freiheit 

Il guerriero 

Back to top button