Cultura

RockMemories#34 i DEEP PURPLE di Stormbringer

“Rock Memories è un modo di ricordare artisti di oggi e di ieri legati alla mia vita, una vita che ha una sola passione: quella per la musica ed il rock in particolare, strizzando un occhio ai vinili che fanno parte della mia collezione. Condividere periodicamente con voi i miei ricordi sarà come creare insieme una colonna sonora: ognuno di noi ha giorni felici e meno felici che la musica, come per magia, può riportare alla mente e suscitare #emozioni evocare #volti e farci #sognare “
Pasquale Colosimo

Eravamo un bel gruppetto.

Lo siamo ancora, a dire il vero. Certo non ci vediamo tutti i giorni come in quegli anni, ma siamo rimasti ancora in contatto, chi già 40enne e chi deve compierli ancora.

Purtroppo, come dicevo, non ci vediamo spesso e se ci riusciamo mai in gruppo. Io vivo a Roma, altri vivono al nord e alcuni sono rimasti giù in Calabria, nel nostro bel paesino di Sersale.

Paesino che si trova sulla costa ionica ma a 900 metri d’altezza quindi dal mio balcone si vede un bel pezzo di costa. Quante serate ho passato lì fuori ad ascoltare musica guardando quel paesaggio! Uno spettacolo meraviglioso specie al tramonto e, ogni volta che vado giù a trovare i miei, mi fermo ancora oggi ad ammirarlo con lo stesso entusiasmo.

Non potendo vederci, con i miei amici ci sentiamo sui social.

Sebbene In quegli anni oltre ad esserci divertiti, si sia litigato e ci si sia allontanati per un po’, eccoci qua ancora insieme e pazzi come allora.

Ormai è un po’ che non ci vediamo, per cui credo che non riuscirò a stare ancora molto senza mettere in moto la mia macchina e andare vicino a Reggio Emilia dove vivono tre del gruppo che vivono più o meno vicini, fortunati loro.

Qui a Roma siamo in due, ma per lavoro o per vari impegni dell’uno o dell’altro, non ci vediamo spesso, ma quando succede ogni volta è come allora!

Come allora quando la sera dopo cena uscivamo e ci ritrovavamo al “nostro” Pub in piazza.

Era il punto di ritrovo di tutti noi ragazzi, quelli “diversi” quelli con i jeans strappati, con i capelli lunghi, con gli orecchini ma non solo, il punto di ritrovo di quelli che ascoltavano la musica dei gruppi strani, capelloni e rumorosi.

Eravamo tanti e per noi i diversi non eravamo noi ma quelli che ci guardavano dall’alto in basso, ci giudicavano e dicevano tutte quelle cose. Noi stavamo bene con noi stessi e ci divertivamo, anche solo a chiacchierare.

Si beveva, si mangiava e si giocava: ricordo partite a Risiko che duravano intere nottate.

Si usciva di casa si andava lì, tanto eravamo sicuri che due chiacchiere con qualcuno si potevano sempre fare senza che nessuno giudicasse il modo di vestire o di fare.

Anche il titolare era un tipo “strano”: era uno di noi. Aveva l’impianto stereo sotto il bancone con le casse agli angoli per ascoltare la buona musica.

Lì ho ascoltato per la prima volta “water of love” dei magnifici Dire Straits, canzone contenuta nel loro primo album e lì, che l’ho ascoltato a tutto volume, non potevo non innamorarmi di quel disco.

Lui, matto com’era, aveva abbellito il pub con un murales che, anni dopo quando poi vendette tutto, i nuovi proprietari cancellarono e ci rimanemmo tutti molto male.

Il murales copriva una parete, una parete intera, e raffigurava una copertina di un disco meraviglioso.

Lui impazziva e ancora oggi impazzisce, per i Deep Purple: il disco era Stormbringer perciò immaginatevi questa parete con questa casetta all’angolo, un tornado e il cavallo bianco alato che lo cavalca. Che meraviglia ragazzi, spettacolare davvero!

Spesso ascoltavamo questo disco, che io amo molto, anche perché contiene alcune tracce epiche come Hold on, Soldier of Fortune che sono delle ballate meravigliose.

STORMBRINGER è il nono album per i DEEP PURPLE pubblicato nel 1974, subito dopo e nello stesso anno di “Burn”.

Adesso lo sto ascoltando, come forse avrete capito dalle mie storie precedenti, sono un tipo molto malinconico.

Quindi ascoltando questo disco dei DEEP PURPLE non vi nascondo che mi sto rivedendo lì, seduto dentro al Pub a giocare a Risiko con tutti gli altri, compreso l’amico che rompeva le scatole a tutti lanciando qualsiasi cosa sul tavolo affermando che quelle erano le bombe lanciate dagli aerei che comandava lui a distanza!

Vabbè Raf sai che fai? alza il volume e portaci da bere!

Adesso vado, devo preparare tutta la mia attrezzatura, domani sera devo fotografare un concerto…

…ma questa è un’altra storia!

L’artista:

I Deep Purple sono un gruppo musicale hard rock inglese, formatosi a Hertford nel 1968. Insieme a gruppi come Led Zeppelin e Black Sabbath, sono considerati fra i principali pionieri del genere heavy metal.

Ritchie Blackmore – chitarra

David Coverdale – voce

Glenn Hughes – basso, voce

Jon Lord – tastiera

Ian Paice – batteria

L’album:

Lato A

Stormbringer

Love Don’t Mean a Thing 

Holy Man 

Hold On 

Lato B

Lady Double Dealer 

You Can’t Do It Right (With the One You Love) 

High Ball Shooter 

The Gypsy 

Soldier of Fortune 

Back to top button