BRAVE

Roe v. Wade: i film che parlano di aborto (e della sua importanza)

Il 24 giugno 2022 una sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato la storica sentenza Roe v. Wade in merito all’aborto. Il verdetto ha così permesso agli Stati di decidere autonomamente in merito all’interruzione volontaria di gravidanza: molti di quelli a maggioranza repubblicana e conservatrice hanno già reso la pratica illegale.

Negli spazi di BRAVE abbiamo già parlato di aborto e dell’importanza del suo diritto; anche in Italia le donne si trovano quotidianamente a combattere contro medici obiettori. La sentenza della Corte Suprema statunitense rappresenta un balzo indietro nel tempo di almeno sessant’anni; ma come è possibile studiare una storia che non si è vissuta e capire l’importanza di una lotta e di un diritto? Proviamoci attraverso una lista di film che hanno affrontato il tema dell’aborto.

Film sull’aborto: da Le regole della casa del sidro a La scelta di Anne

le regole della casa del sidro

Ogni essere umano ha diritto alla propria autodeterminazione, e quindi anche di abortire. La lotta per il diritto all’aborto fa parte della nostra storia, umana e in particolare femminile. Il cinema è uno dei modi che abbiamo per riviverla: per conoscere, capire e imparare l’importanza dell’autodeterminazione.

Il film Le regole della casa del sidro, tratto dal romanzo omonimo di John Irving, affronta il tema degli aborti clandestini (una pratica oltremodo pericolosa), e di conseguenza la necessità di garantire il diritto sempre e in tutta sicurezza, a prescindere dalle motivazioni che spingono una donna a ricorrere all’interruzione volontaria di gravidanza.

4 mesi, 3 settimane, 2 giorni è un film romeno ambientato durante il governo di Ceaușescu, in cui due amiche sono costrette a vivere sulla propria pelle esperienze indicibili per riuscire a far sì che una delle due abortisca – in maniera del tutto illegale, visto che al tempo la pratica era un reato.

Isabelle Huppert in Un affare di donne interpreta una delle ultime donne condannate a morte con la ghigliottina in Francia poiché praticava aborti clandestini. La storia è ispirata al personaggio realmente esistito di Marie-Louise Giraud.

La scelta di Anne, il film di Audrey Diwan Leone d’Oro a Venezia nel 2021, racconta la storia di una giovane donna nella Francia degli anni ’60 che deve affrontare una gravidanza indesiderata. L’aborto all’epoca era illegale, e mettere al mondo un bambino nel momento sbagliato voleva dire compromettere il proprio futuro.

Il segreto di Vera Drake affronta ancora una volta il tema degli aborti clandestini: Imelda Staunton, una donna londinese, aiuta giovani donne negli anni ’50 a portare a termine delle gravidanze indesiderate per aiutarle a vivere una vita migliore.

Una cosa che salta subito agli occhi, in questa lista, sono i termini ricorrenti relativi all’aborto: clandestino e illegale. Due parole chiave che mettono in luce un aspetto inquietante della società in cui determinate scelte proibizionistiche si svolgono: l’aborto, infatti, potrà anche essere dichiarato illegale. Ma ciò non vuol dire che smetterà di esistere.

Chiara Cozzi

Seguici su Google News

Adv

Chiara Cozzi

Laureata due volte in cinema, amante dell'horror in ogni sua forma e della cronaca nera, femminista incazzata™. Ma ho anche dei difetti.

Related Articles

Back to top button