Cronaca

Rogo all’ospedale S. Pietro di Roma, evacuati oltre 400 degenti

Rogo nella notte all’ospedale Villa San Pietro di via Cassia, a Roma.

Rogo scoppiato stanotte intorno alle 4 a causa di un corto circuito al generatore del blocco operatorio. L’ospedale è rimasto senza corrente, in quanto è fuori uso la colonna dell’impianto elettrico. Verrà evacuato e chiuso entro la serata

Gente in strada (Photo Credits: www.ilmattino.it)

Evacuati centinaia di pazienti

Non ci sono feriti né persone rimaste intossicate. Ma il fumo avrebbe raggiunto anche il reparto di rianimazione. E, secondo alcuni testimoni, ha invaso anche il reparto maternità. I Vigili del fuoco, insieme al personale del 118, ha provveduto al trasferimento di circa 100 pazienti presso altri ospedali limitrofi. Subito dopo il rogo, in particolare, sono stati immediatamente trasferiti i sei pazienti che si trovavano in rianimazione. Ultimata l’evacuazione, il nosocomio sarà chiuso e non agibile per l’utenza. Si stima che i tempi di ripristino non saranno brevi.

Il soccorso ai pazienti dell’ospedale San Pietro (Photo Credits: roma.corriere.it)

Non ci sono state fiamme” spiega Giovanni Vrenna, direttore degli Affari generali, “ma fumo e bisognerà fare tutte le verifiche del caso“.

Giovanni Vrenna, direttore degli Affari generali (Photo Credits: video.gelocal.it)

La Regione Lazio attiva l’unità di crisi

E’ stata istituita prontamente l’Unità di crisi coordinata dall’Ares 118 per il trasferimento dei pazienti presso gli altri ospedali limitrofi che sono stati tutti allertati” spiega in una nota l’Assessorato regionale alla Sanità.

I Vigili del fuoco sul posto (Photo Credits: www.tgcom24.mediaset.it)

Il racconto di alcuni testimoni

”Mi sono svegliata perché ho sentito la macchina dell’ossigeno della mia vicina di stanza che si bloccava” racconta una paziente di Medicina d’Urgenza “ho pensato al peggio, poi ho capito che era andata via la luce. Le infermiere ci hanno detto di rimanere chiuse in stanza ma io ho avuto paura e sono uscita fuori. Mi sono messa un asciugamano bagnato sulla faccia e sono uscita. Ho visto scene di panico e il fumo che invadeva i corridoi” ha aggiunto la donna.

”Una scena terribile” racconta una dipendente del bar. “Quando sono arrivata alle 6 del mattino la puzza nel piazzale era fortissima e si vedeva fumo nero uscire dalle finestre” conclude.

Pazienti alle finestre per evitare inalazioni (Photo Credits: www.ilmattino.it)

La Procura di Roma ha aperto un’inchiesta

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine relativo al rogo. I pm procedono contro ignoti per il reato di incendio. E sono in attesa di una prima informativa da parte delle forze dell’ordine intervenute.

Patrizia Cicconi

Back to top button