CalcioSport

Il derby è della Roma: 3-1 alla Lazio

La Roma sovverte il pronostico e batte la Lazio nel derby della Capitale: partita frizzante e vibrante giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. Sono dei giallorossi, però, le palle goal più nitide. La banda Di Francesco sale a quota 11, a meno uno proprio dai rivali cittadini che interrompono un’ottima striscia di vittorie.

PRECEDENTI E STATISTICHE:
Il primo derby della Capitale è stato giocato l’8 dicembre 1929 nello stadio della “Rondinella”. Da quella volta, sono state disputate altre 169 partite ufficiali: il bilancio vede la Roma avanti con 64 vittorie (54 in campionato), mentre 61 (58 in campionato) sono stati i pareggi. Nella stracittadina la Lazio ha raccolto 45 vittorie, di cui 38 in Serie A. Nella scorsa stagione la Roma si è imposta nella sfida di andata per 2-1 con reti di PerottiNainggolan e Immobile, mentre la partita di ritorno è terminata 0-0. Entrambe le squadre approcciano al match dopo aver vinto le ultime gare di campionato: la Roma si è sbarazzata 4-0 del Frosinone mentre la Lazio ha sconfitto alla “Dacia Arena” l’Udinese per 2-1. Due vittorie, due momenti diversi: i biancocelesti sono lanciatissimi in virtù di quattro vittorie consecutive mentre i giallorossi attraversano, nonostante l’ultima affermazione, un periodo di crisi.

Nainggolan in rete contro la Lazio (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

IL TABELLINO:

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, N’Zonzi, Florenzi, Pastore, El Shaarawy, Dzeko. All: Di Francesco.

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Caceres; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto, Immobile. All: Inzaghi.

Marcatori: 45′ Pellegrini, 71′ Kolarov, 86′ Fazio; 67′ Immobile

Terna arbitrale: Rocchi (arbitro); Di Liberatore-Tonolini (assistenti); Irrati (VAR); Vivenzi (AVAR).

Impianto: stadio Olimpico in Roma.

L’Olimpico di Roma (Foto Alfredo Falcone – LaPresse)

LA CRONACA DEL MATCH:
Prime fasi di studio ad inizio partita: le due squadre, corte e compatte, si concedono occasioni a vicenda solo da calcio piazzato. Al 12′ Lulic fa correre Luis Alberto che si accentra e calcia, la difesa della Roma chiude in angolo. Ancora al 18′ di gioco: Immobile lavora un buon pallone dentro l’area per Luis Alberto, il tiro dello spagnolo viene smorzato ma la sfera arriva a Marusic che scarica verso la porta di Olsen, tiro deviato in corner. La Lazio preme senza sosta, i giallorossi raramente tentano le sortite offensive. Al 20′ Caceres prova il jolly dalla distanza, palla alta sopra la traversa. Tre minuti dopo è la squadra di casa a rendersi pericolosa: contropiede mortifero affidato a Dzeko che entra in area, salta due calciatori e calcia trovando la buona risposta dell’estremo difensore biancoceleste. Un minuto dopo un bel filtrante mette Pastore davanti a Strakosha ma il tentativo dell’argentino viene murato di piede dall’albanese.

Partita divertente, entrambe le formazioni cercano con insistenza la via della rete badando poco alla fase difensiva. Al 26′ Immobile, sempre pericoloso, si gira e calcia ma Olsen è attento e chiude in angolo. Subito dopo, giallorossi pericolosi da calcio d’angolo: il cross di Pastore viene spizzato da N’Zonzi in area, De Rossi non arriva di un soffio alla deviazione vincente. La fase di stanca introduce al vantaggio della Roma: al 45′ Dzeko allunga di testa un lancio lungo per El Shaarawy, il “Faraone” fa a spallate con Felipe che si scontra con Strakosha, la sfera arriva a disposizione di Pellegrini (appena entrato per sostituire l’infortunato Pastore) che di tacco insacca. La Lazio, ferita dalla rete romanista, reagisci subitaneamente con Immobile che, liberatosi in area, si allunga delittuosamente la sfera facilitando la presa bassa dell’estremo difensore svedese.

Pellegrini ha sbloccato il derby con un goal di tacco (foto dal web)

Primi minuti di secondo tempo frizzanti ma avari di nitide occasioni da goal: le due squadre costruiscono ma peccano negli ultimi metri. Al 54′ Immobile s’incunea in area e calcia, Olsen si accartoccia e blocca la sfera. Risposta della Roma su iniziati di Kolarov che sfonda nella trequarti laziale, serve El Shaarawy che imbecca Dzeko ma il tentativo del bosniaco dalla distanza termina abbondantemente alto. Ancora giallorossi quando scocca l’ora di gioco: corner battuto corto che libera al tiro Pellegrini, tentativo debole facilmente neutralizzato da Strakosha. Momento positivo della Roma spezzato dal gravissimo errore di Fazio: al 67′ l’argentino in fase d’impostazione pasticcia lasciando una verde prateria ad Immobile che entra in area e fredda Olsen. Non c’è tempo di respirare: il calcio di punizione di Kolarov dal limite dell’area muore all’angolino, Roma nuovamente in vantaggio in una giostra d’emozioni incredibile. 

Ciro Immobile, il bomber della Lazio (foto dal web)

Al 81′ Savic tenta dalla distanza, Olsen si allunga rifugiandosi in corner. Kolarov, sempre da calcio piazzato, tenta di sorprendere il portiere avversario che, abilmente, mette la sfera in angolo. I calci da fermo sono un’arma importante per la Roma che colpisce nuovamente: il cross di Pellegrini trova lo stacco di Fazio che, di testa, batte Strakosha facendosi parzialmente perdonare l’errore sul pareggio laziale. La Lazio non ci sta e tenta di accorciare immediatamente le distanze con Caicedo che calcia a lato dall’interno dell’area di rigore. Gli ultimi assalti confusionari della banda Inzaghi non portano alla rete. Il derby è della Roma.

ANDREA MARI

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button