Cronaca

Roma: tre migranti positivi a COVID-19 tentano la fuga dal Policlinico Celio

Tre nigeriani risultati positivi a Covid-19 hanno tentato la fuga dal Policlinico Militare “Celio”, aggredendo militari e personale medico.

Una reazione molto violenta

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio al Celio, quando i sanitari hanno negato le dimissioni a tre nigeriani, due donne e un uomo. I tre pazienti erano infatti risultati positivi a Covid-19 e da qualche giorno erano ricoverati nel nosocomio. Il rifiuto ha scatenato una reazione molto violenta che ha terrorizzato tutto il personale e gli altri pazienti della struttura per più di mezz’ora: scrivanie, mobili e letti ribaltati sono stati seguiti da aggressioni fisiche e morsi a ufficiali militari e sanitari.

Fonte: it.m.wikipedia.org

L’intervento delle forze dell’ordine

Lo Stato Maggiore della Difesa ha presto diffuso la notizia, asserendo che l’azione congiunta del personale militare del Policlinico Celio e dei Carabinieri della Polizia Militare sia stata efficace nel fermare i trasgressori e ripristinare l’ordine. Attualmente i tre migranti sono sotto stretta sorveglianza, mentre per tutto il personale coinvolto sono state predisposte misure di sicurezza sanitaria previste dal protocollo anti Covid-19.

I commenti di Giorgia Meloni e Matteo Salvini

I due politici si sono espressi con parole molto dure e severe, condannando non soltanto le biasimabili azioni dei tre migranti, ma anche il Governo. “Scandaloso – scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia – Questo Governo di pazzi irresponsabili mette in pericolo la sicurezza e la salute degli italiani e vuole trasformare l’Italia nel campo profughi d’Europa. Vergogna”. Non meno caustico è stato l’intervento di Salvini:”Quei tre balordi per quanti mi riguarda al primo barcone pronto tornano nel loro Paese“.

Non perderti le news del momento! Resta sempre aggiornato con Metropolitan Magazine.

Back to top button