Il portoghese, nella conferenza stampa pre Lokomotiv Mosca, si è lasciato andare, elogiando Sarri e mandando qualche frecciatina all’ex tecnico livornese.

RONALDO-SARRI, UN AMORE SBOCCIATO:

CR7 ha esordito con un “stiamo giocando un calcio differente, la squadra sta facendo meglio. Siamo più in attacco“. Con questa prima citazione, “mister 701” gol ha messo la prima pietra sul gioco di Allegri della passata stagione. Ricordiamoci il malcontento di Ronaldo post eliminazione contro l’Ajax e quel gesto “abbiamo avuto paura” rivolto a tutta la squadra. Cristiano sembra essere coinvolto al 1000% nel progetto Sarri. Proprio sul nuovo allenatore bianconero si è espresso così “mi piace il modo in cui vuole che la squadra giochi, abbiamo più fiducia in noi stessi, creiamo più occasioni e abbiamo più possesso palla“.

Tutte queste dichiarazioni ci fanno capire quanto Sarri sia stato bravo ad entrare nella testa di tutto il gruppo Juve e, soprattutto, di un campione come Cristiano Ronaldo.

Risultati immagini per ronaldo sarri
Cristiano Ronaldo in conferenza stampa, ieri. CREDIT: corrieredellosport.it

I numeri (gol fatti-subiti e punti), però, dopo le prime 10 partite sono a favore della Juventus della passata stagione, sotto la gestione Allegri. In campionato i punti dopo 8 giornate erano 24, oggi 22. I gol fatti erano 18 (oggi 15) e subiti 5 (oggi 7). Differenze tutto sommato minime, ma pur sempre differenze.

Ciò che è veramente cambiato è l’atteggiamento della Juve in campo. Proprio questo atteggiamento ha portato Ronaldo a dire “giochiamo di più in attacco“. La Juventus di Sarri crea occasioni manovrate con una grandissima facilità e, per ora, sta concretizzando non in maniera ottimale la grande mole di lavoro prodotta.

Un altro aspetto molto importante è questo citato da Sarri in conferenza post Juventus-Bologna. Le partite non dobbiamo gestirle, dobbiamo tritarle. Quante volte abbiamo visto la Juventus di Allegri gestire risultati anche sul 1-0 con la consapevolezza che alla fine i 3 punti sarebbero arrivati? Tante, tantissime. Sarri non vuole questo. Se c’è la possibilità di fare il secondo, terzo, quarto gol, bisogna provarci. Anche concedendo qualcosa agli avversari.

Una mentalità completamente opposta a quella della Juventus degli ultimi 5 anni. Siete d’accordo?

EDOARDO DI NUZZO

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter dell’autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA