AttualitàPolitica

Salvini, Facebook rimuove post della pagina Lega “che incitano all’odio”

Salvini inquisito da Facebook: la piattaforma ha cancellato alcuni post della sua pagina, ma dietro questa rimozione c’è la segnalazione del giornalista Stephen Ogongo.

Salvini e la Lega finiscono nel mirino della moderazione del social network di Mark Zuckerberg che ha depennato alcuni post in seguito alla segnalazione del giornalista Ogongo e di altri utenti, per violazione degli standard della comunità.

Stephen Ogongo vs Matteo Salvini

La pagina Facebook Salvini – Lega conta oltre 500mila follower. Si tratta della prima volta che la comunicazione social del ministro dell’Interno e di quella del suo partito venga rimossa. Per di più, la denuncia è partita da Stephen Ogongo, un giornalista 44enne keniota, da 25 anni in Italia, fondatore del portale “Cara italia”, movimento antirazzista e multiculturale che diffonde articoli di stampo sociale, allo scopo di favorire l’integrazione, i diritti e la lotta alle discriminazioni. Infatti, Ogongo intende far battaglia ai contenuti pubblicati sull’account del partito.

“Matteo Salvini – Photo Credit: newsmondo.it”
“Matteo Salvini – Photo Credit: newsmondo.it”

La segnalazione di Ogongo contro Salvini – Lega

In particolare, qualche settimana fa il giornalista aveva lanciato una campagna per far chiudere quelle pagine social, in quanto si sospettava un’istigazione all’odio razziale. Specificatamente, attraverso “Cara italia”, aveva postato un video in cui chiedeva al team di Mark Zuckerberg addirittura di chiudere le pagine. In ciò, secondo Ogongo, i post in questione erano “razzisti, sessisti e di odio contro immigrati, rifugiati, Ong, volontari che salvano i migranti in mare, esponenti della comunità Lgbt, musulmani. La strategia sarebbe quella di creare un nemico, contro cui incitare le persone a scagliarsi”.

“Il post su Facebook di Cara Italia contro Salvini e Lega – Photo Credit: www.nextquotidiano.it”
“Il post su Facebook di Cara italia contro Salvini e Lega – Photo Credit: www.nextquotidiano.it”

La soddisfazione di “Cara italia”

Conseguentemente, Stephen Ogongo, segnalando i diversi contenuti che ha violato le policy aziendali, ha riportato anche alcuni screenshot dei feedback di Facebook alle segnalazioni. Un unicum destinato a ripetersi perché “Cara italia”, che punta a diventare il primo partito italiano dedicato ai migranti nel nostro Paese, non ha intenzione di fermarsi: “Si tratta di un segnale piccolo, ma di una bella soddisfazione. Non ci fermeranno. La nostra campagna è appena iniziata e andremo avanti fino in fondo. Ne va della sicurezza e della democrazia dell’Italia”.

“Stephen Ogongo e lo screenshot di Facebook – Photo Credit: www.adnkronos.com” Salvini
“Stephen Ogongo e lo screenshot di Facebook – Photo Credit: www.adnkronos.com”

Al momento, nessuna considerazione da parte di Matteo Salvini che nelle prossime ore potrebbe commentare l’episodio.

Back to top button