Candreva sfida il suo passato in Sampdoria-Lazio

La 4a giornata di Serie A vede la Sampdoria di Antonio Candreva affrontare i biancocelesti di Simone Inzaghi. Una sfida importantissima per il nuovo esterno blucerchiato che ha iniziato nel migliore dei modi la sua esperienza a Genova. Affrontare la Lazio resta comunque un momento indimenticabile per un giocatore che ha dato tanto alla maglia biancoceleste. Il giocatore non rimpiange la scelta di lasciare la Lazio, sottolineando come avesse bisogno di nuovi stimoli per andare avanti con la sua carriera. Adesso, dopo tanti anni all’Inter, è pronto per sfidare il passato “migliore” con la maglia dei genovesi.

Candreva Sampdoria-Lazio (Getty Images)
Candreva Sampdoria-Lazio (Getty Images)

Candreva, 4 anni e un trofeo con la Lazio

Un’evoluzione incredibile quella di Candreva. Il primo vero grande passo è stato con la Juventus. Un’annata fallimentare che lo ha portato a maturare. L’Udinese, in seguito, lo gira in prestito a Parma e poi a Cesena. Con la squadra bianconera compie un’ottima prima parte di stagione. Nel mercato di gennaio del 2012 viene ceduto alla Lazio (solo una parte del suo cartellino). Per quattro anni colleziona presente e gol pesanti sia in Italia che in campo internazionale. Una grande crescita, ma non nel rapporto con la dirigenza. Candreva raggiunge la doppia cifra per il terzo anno consecutivo dopo i campionati del 2013/2014 e 2014/2015.

La stagione del 2015/2016 sarà la stagione dell’addio ai biancocelesti. Da ricordare la vittoria della Coppa Italia nel 2013. Il trasferimento all’Inter arriva per 21 milioni di euro. L’esperienza ai nerazzurri sarà molto travagliata. Nel 2016/2017 gioca titolare quasi sempre, segnando sei gol (sarà la prima volta dopo tre anni che l’esterno ex Lazio non raggiunge la doppia cifra).

La crisi e l’approdo alla Sampdoria

Nella successiva stagione, Candreva soffre la presenza di Politano. L’ex Lazio non segnerà neanche una rete (ma farà otto assist). Gli zero gol rovineranno il suo rapporto con la tifoseria che comincerà a non sostenerlo più tanto. Con l’arrivo di Conte parte il suo rilancio. L’ex CT azzurro ha creduto fin da subito nell’esterno italiano (soprattutto dopo averlo conosciuto in nazionale). Sarà un elemento in più per l’Inter, soprattutto nella prima parte della stagione. Nella seconda comincia ad alternarsi sempre più con D’ambrosio, che gli ruberà il posto.

Da qui nasce il suo desiderio di cambiare ancora una volta aria e di rimettersi in gioco in una piazza che possa valorizzarlo. La Sampdoria gli propone un progetto ambizioso e che lo possa rendere più che mai inserito nel gruppo. Oggi si presenta alla partita contro la Lazio da giocatore molto esperto e pronto ad aiutare la sua nuova squadra. Inizia un nuovo periodo per l’ex esterno nerazzurro e tutto riparte proprio da quella Lazio che porta nel cuore.

Porterò per sempre nel cuore quel periodo, così ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport Antonio Candreva sull’esperienza baincoceleste.

Seguici su Metropolitan Magazine

di Luigi Giannelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA