Attualità

San Lucido, focolaio attivo: diversi casi di Coronavirus

Il Coronavirus continua a spaventare l’Italia. La malattia arrivata dalla Cina, si è sviluppata rapidamente in tutto il mondo annoverando casa in tutta Europa e negli Stati Uniti d’America. Il nostro Paese, con il decreto restrittivo varato dal Governo Conte, sta combattendo la pandemia. In questo caso, è la Calabria ad essere minacciata. Un focolaio, attualmente attivo, è scoppiato nella provincia di Cosenza. L’ultimo caso accertato è a San Lucido. Nelle ultime ore, infatti, i contagiati sono saliti a quota 19 ed il test del tampone non ha lasciato scampo alla diagnosi: i pazienti ricoverati sono affetti da Covid-19. Attualmente, in terapia intensiva ci sono quattro persone: l’informatore scientifico, la signora di Corigliano, l’uomo di Paola e quest’oggi si è aggiunto il paziente proveniente da San Lucido. A Castrovillari, per concludere, quattro pazienti degli otto ricoverati sono risultati positivi al test.

San Lucido

San Lucido, speranza Tocilizumab?

La Calabria potrebbe beneficiare, immediatamente, della cura Tocilizumab. L’Aifa ha approvato il protocollo della sperimentazione scientifica dando la massima priorità all’Italia:

Partiremo con priorità immediata in 10-15 giorni su 250 pazienti italiani“.

Queste sono state le parole, proferite all’Ansa, di Vincenzo Montesarchio, infettivologo dell’ospedale “Cotugno” di Napoli che sta lavorando sull’effetto positivo del farmaco sulla polmonite portata dal Coronavirus.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button