Cultura

Santa Lucia: Frasi, Auguri e Foto da mandare via WhatsApp il 13 dicembre 2022

Oggi, 13 dicembre, è la festa di Santa Lucia, e per questa occasione speciale abbiamo voluto raccogliere per i nostri lettori una serie di frasi da utilizzare per fare gli auguri. Del resto, in queste ore, sono moltissimi i messaggi via chat, in particolare WhatsApp e Messenger, ma anche i post dedicati appunto alla Festa di Santa Lucia. In questo focus vogliamo riportarvi alcuni delle frasi più classiche da utilizzare per questo giorno speciale, a cominciare da “Un nome, una garanzia! Auguro un buon onomastico ad una persona davvero speciale!”. Ovviamente, visto la notorietà di questa festa, è decisamente complicato dimenticarsi di fare gli auguri ad un’amica che si chiama Lucia: “Sarebbe impossibile non ricordarsi di te in questo giorno! Felice onomastico!”. Per chi non riesce a trattenere i complimenti: “Hai il più splendido dei nomi, ed oggi sono felice di poterti fare gli auguri!”. Infine, se siete alla ricerca di una frase semplice ma incisiva: “Avevo pensato a una frase speciale ma poi ho capito che sono le frasi semplici ad essere le più speciali, se dette col cuore. Buon onomastico!”.

Auguri di Santa Lucia

In occasione della Festa di Santa Lucia, sono tante le frasi di auguri a disposizione e proviamo fornirvi qualche suggerimento tra citazioni e aforismi.

Oltre al proverbio più conosciuto – «Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia»

  • «Da Santa Lucia a Natale, il dì allunga un passo di cane».
  •  «Santa Lucia con il suo carretto / lascia a tutti un gioco e un dolcetto. / porta ai bambini tanti regali / tutti belli, tutti speciali»
  •  «Lucia ci dice che la vita è fatta per essere donata. Lei ha vissuto questo nella forma estrema del martirio, ma il valore del dono di sé è universale: è il segreto della vera felicità. L’uomo non si realizza pienamente nell’avere e neppure nel fare; si realizza nell’amare, cioè nel donarsi. E questo può essere inteso anche come il segreto del nome “Lucia”: una persona è “luminosa” nella misura in cui è un dono per gli altri. E ogni persona, in realtà, lo è, è un dono prezioso».
  • Francesco De Gregori: “Santa Lucia, il violino dei poveri è una barca sfondata e un ragazzino al secondo piano che canta, ride e stona perché vada lontano, fa che gli sia dolce anche la pioggia delle scarpe”. 
  • Federico Garcia Lorca«Sulla porta lessi questo cartello: locanda Santa Lucia.
  • Santa Lucia era una bella ragazza di Siracusa.
  • La pitturano con due bellissimi occhi di bue su un vassoio.
  • Sopportò il supplizio sotto il consolato di Pascasiano che aveva i baffi di argento e ululava come un cane da guardia
  • Come tutti i santi, propose e risolse teoremi deliziosi, di fronte ai quali gli apparecchi di fisica spaccano i loro vetri.
  • Dimostrò sulla pubblica piazza, di fronte alla sorpresa del popolo, che 1000 uomini e 50 paia di buoi non vincono la colombella / sfavillante dello Spirito Santo»

In una delle filastrocche tra le più belle per gli auguri di Santa Lucia, si esprime tutto quel senso di “anticipo” del Natale di cui è colma la tradizione della Santa ‘che porta la Luce’: una tradizione che in molte parti d’Italia e d’Europa vede addirittura soppiantare e precedere la “leggenda” di Babbo Natale. «Zitti, zitti fate piano; vien la Santa da lontano, porta a tutti dolci e doni soprattutto ai bimbi buoni. Ma se un bimbo è cattivello, oltre tutto un po’ monello, nulla trova nel tinello. Quindi bimbi birichini diventate un po’ bravini, e i cuoricini tutti spenti con la Santa si fan contenti. Grazie, grazie Santa Lucia, il tuo incanto mi porti via». La Santa che anticipa il Natale è molto più che una “tradizione”, ma è proprio grazie alla tradizione e alle filastrocche-poesie che nell’immaginario popolare si è stagliata e viene ricordata ancora oggi, 2020 anni dopo la Nascita di quell’Uno per cui Santa Lucia ha dato (per davvero) la vita.

Back to top button