Arte e Intrattenimento

Sant’Eustachio: il martire cristiano, generale dell’esercito romano

Oggi 20 settembre, viene ricordato Sant’Eustachio. Torniamo indietro al I e II secolo, nella città di Roma, per raccontare la storia di questo martire. Sant’ Eustachio, ha una vita molto tortuosa e piena di colpi di scena. Per raccontarla, facciamo fede sopratutto a fonti storiche antiche, tra racconti e leggende. La vita di Sant’Eustachio si svolge prevalentemente a Roma. Durante l’Impero di Traiano, il martire, ricopriva un ruolo importante. Infatti era generale dell’esercito, conosciuto con il nome di Placido.

Per questa prima parte della vita di Sant’Eustachio, si svolge nel paganesimo. Un valoroso e vittorioso militare, fedele agli dèi ed al suo imperatore Traiano. Secondo la leggenda però, in una giornata di caccia, Sant’Eustachio viene assalito da una vera e propria apparizione. Un cervo si ferma proprio davanti a lui, quando improvvisamente una croce luminosa, compare tra le sue corna. Ed una voce si rivolge a Placido:Perchè mi perseguiti? Io sono Gesù che tu onori senza sapere“. Evento che porta alla conversione di Sant’Eustachio e della sua famiglia al cristianesimo. Scelta che gli costerà la vita, persa dopo torture e martiri.

Lo sapevi che…

 sant'Eustachio-credits. 2tonight.it
credits: 2night.it

é d’obbligo, se si parla di Sant’Eustachio, ritornare nella città di Roma. Che non solo è la città del Santo martire, ma ancora oggi omaggia questo generale, con un famoso espediente. Infatti passeggiando, per i vicoli del centro storico, alla parola Sant’Eustachio, viene subito in mente, un’ottima e fumante tazzina di pregiato caffè. Ma non un caffè qualsiasi, tra i migliori di Roma. Tappa fissa per tutti i Romani e non solo, per tutti i turisti della capitale, il Caffè Sant’Eustachio, si trova a pochi passi dal Pantheon. Un vero e proprio tempio del caffè. Nato nel 1938, da un’antica torrefazione a legna. Per una miscela pregiata di puro caffè, che da decenni ormai, allieta i palati di tutta Roma.

a cura di Chiara Bonacquisti

Seguici su: Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Back to top button