Tennis

Sardegna Open, Musetti in cerca della prima finale

Lorenzo Musetti oggi a caccia della finale del Sardegna Open, credits Alessandro Tocco, La Presse
Lorenzo Musetti oggi a caccia della finale del Sardegna Open, credits Alessandro Tocco, La Presse

Lorenzo Musetti ci ha preso gusto e oggi alle 11 contro Laslo Djere si gioca l’accesso alla finale del Sardegna Open. Musetti insegue un traguardo che non è mai stato raggiunto da nessuno e al Sardegna Open potrebbe diventare il primo classe 2002 in finale di un torneo ATP. Oltretutto l’atto conclusivo del torneo potrebbe rivelarsi un autentico trionfo italiano. Dall’altra parte del tabellone, infatti, l’altra semifinale sarà tra Marco Cecchinato e Danilo Petrovic

Sardegna Open, Musetti apre la sfida Italia-Serbia

Il primo match di questo inaspettato Italia-Serbia, dunque, vedrà di fronte il giovane talento toscano che ieri ha dato un’ulteriore prova di un eccellente stato di forma e soprattutto di fiducia nei propri mezzi. Ha, infatti, eliminato proprio quel Yannick Hanfmann (non in perfette condizioni) che pochi mesi fa in quel di Todi lo aveva estromesso dal challenger umbro. L’avversario odierno è, però, di maggiore levatura. Djere si è permesso il lusso di battere la testa di serie numero 2 del torneo, il connazionale Dusan Lajovic. Un incontro assolutamente equilibrato a cui entrambi i tennisti arrivano vergini di set persi

Marco Cecchinato oggi in cerca della finale del Sardegna Open, credits Alessandro Tocco, La PResse
Marco Cecchinato oggi in cerca della finale del Sardegna Open, credits Alessandro Tocco, La PResse

Marco Cecchinato dalla sua ha dato prova di grande forza d’animo e di combattività ieri al cospetto di Albert Ramos, numero 4 del tabellone. Dopo la vittoria in rimonta ottenuta contro lo spagnolo, oggi il siciliano proverà a ripetersi contro un avversario certamente di minor prestigio. Petrovic ha approfittato del forfait di Fognini ed è stato ripescato per far parte del torneo. E’ giunto un po’ a sorpresa fino a questo punto ma non c’è dubbio che il tennista italiano parta con tutti i favori del pronostico

Atp San Pietroburgo: Rublev-Shapovalov promette spettacolo

A San Pietroburgo nel torneo Atp500 c’è grande attesa e curiosità per la sfida tra due giovani talenti tra i più promettenti del panorama tennistico. Andrej Rublev, testa di serie numero 3 e padrone di casa sfida Denis Shapovalov, numero 2 del tabellone, canadese ma dalle chiare origini russe. Il fresco vincitore del torneo di Amburgo è in un grande momento di forma e a San Pietroburgo ha rischiato qualcosa solo nel secondo turno contro Humbert. Dal canto suo Shapovalov è in crescita costante e ieri ha strapazzato Stan Wawrinka senza troppi complimenti. Si prospetta un match ad alta spettacolarità

Denis Shapovalov oggi in semifinale a San Pietroburgo contro Rublev, credits Andrew Ong
Denis Shapovalov oggi in semifinale a San Pietroburgo contro Rublev, credits Andrew Ong

Nella parte alta del tabellone la semifinale l’hanno conquistata le teste di serie numero 6 e 7. Milos Raonic, canadese anche lui ma nativo del Montenegro, è reduce dall’eliminazione del beniamino di casa Karen Kachanov battuto col punteggio di 6-1; 7-6. Borna Coric, croato ha invece superato ai quarti di finale lo statunitense Reilly Opelka 7-6; 6-3. Molto difficile anche in questo caso azzardare un pronostico sul vincitore. L’unico precedente tra i due è relativo al torneo di Delray Beach del 2017. Si impose Raonic ma Coric aveva appena 20 anni

Back to top button