Sciopero 8 marzo: trasporti fermi a Roma e Milano. Tutte le informazioni

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Nella giornata di oggi – lunedì 8 marzo – le due agitazioni sindacali, in programma a Roma e a Milano, potrebbero causare disagi per il trasporto pubblico. Quelle indette da Cub Trasporti dureranno 24h, e toccano l’ambito dello sciopero generale di tutti i settori pubblici e privati, proclamato dalla Confederazione unitaria di base, e da Cobas Lavoro privato.

Nella Capitale, sarà coinvolta l’intera rete Atac: bus, filobus, tram, metropolitana e ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Centocelle, e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Ma restano garantite le corse in partenza dall’inizio del servizio diurno fino alle ore 8:30, e quelle dalle 17 alle 20. “Tutela della salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori; proroga della moratoria sui licenziamenti; diritto al lavoro a salari e carriere senza discriminazioni; stop della precarietà lavorativa e sociale che colpisce soprattutto le donne”: queste le richieste alla base dell’agitazione sindacale.

Differente gestione riguarda invece lo sciopero a Milano: per quanto riguarda la metro, Atm ha spiegato che la serrata avrà differenti fasce orarie: per il personale della metropolitana sarà possibile solo dalle 18 al termine del servizio, mentre per il personale dei superficie, dalle 8:45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. Inoltre, alcune sigle sindacali hanno indotto uno sciopero nazionale che potrà coinvolgere anche il servizio ferroviario lombardo, a partire dalle ore 21 di domenica 7 alle ore 21 di lunedì 8 marzo. I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potrebbero subire limitazioni e cancellazioni.

Francesca Perrotta