Cronaca

Sciopero dei benzinai in arrivo: Alt da Conte e Garante

Annunciata da sindacati la mobilitazione: da mercoledì notte i benzinai della rete autostradale e, via via, tutti gli altri anche la viabilità ordinaria inizieranno lo sciopero. Non si fa attendere l’alt di Conte.

Lo sciopero dei benzinai

La chiusura degli impianti di rifornimento carburanti è stata annunciata in una nota Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio.

“Siamo invisibili, basta essere trattati così”

Hanno detto, prima di sottolineare il fatto che, nonostante la drammaticità della situazione, oltre 100.000 gestori in tutta Italia hanno finora assicurato la distribuzione di carburante.

Il comunicato dei sindacati

“Oltre 100.000 persone in tutta Italia ha finora assicurato, senza alcun sostegno né di natura economica, né con attrezzatura sanitaria adeguata, il pubblico servizio essenziale di distribuzione di energia e carburanti per il trasporto di beni e persone… queste 100.000 persone risultano essere letteralmente invisibili, presenza data per scontata, indegna persino di quella citazione che di questi tempi non si nega a nessuno”

Proseguono, poi, i gestori aderenti a Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio:

“Noi non siamo certo eroi, nè angeli custodi, ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri. Siamo persone con famiglie da proteggere… Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio. Di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via,tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria…”.

Alt di Conte

Non si fa attendere la replica di Conte:

“Spero che possano rientrare le minacce perché l’Italia non si può permettere alcun tipo di sciopero. Non arriveremo alla precettazione. Nei sindacati c’è un grande senso di responsabilità, fermo restando che dobbiamo assicurare un livello massimo di sicurezza. Sarà assicurato il servizio”

Ha detto il Premier in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

È stato, però, annunciato l’arrivo di un provvedimento del ministro Paola De Micheli sugli orari dei distributori di carburante.

Alt dal Garante scioperi

Anche il Garante interviene sulla questione, chiedendo di revocare subito l’astensione proclamata dai benzinai a partire da domani. 

La Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ha invitato “le Organizzazioni sindacali Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc Anisa Confcommercio, a revocare immediatamente l’astensione, dandone tempestiva comunicazione anche alla Commissione”. 

Il Garante in una nota ribadisce: 

“Il fermo invito a tutte le organizzazioni sindacali, fino al 30 marzo 2020, considerato lo stato di emergenza epidemiologica dichiarato sul territorio nazionale, dovuto al diffondersi del virus Covid-19, a non effettuare scioperi che coinvolgano i servizi pubblici essenziali, dal momento che essi non farebbero altro che aggravare la condizione dei cittadini”.

Back to top button