Sciopero scuola: la situazione disastrata del Sud Italia

decreto scuola 2020

Tornano in classe gli studenti di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, che hanno deciso di posticipare l’apertura prevista inizialmente per il 14 settembre in tutta Italia sia per difficoltà organizzative sia anche per evitare doppie sanificazioni nelle scuole sedi di seggi elettorali. Oggi, 24 settembre, il primo sciopero nazionale della scuola.

Nemmeno è ripartita e già sulla scuola incombe l’ombra dello sciopero: oggi sciopereranno per l’intera giornata Usb P-I Scuola, Unicobas Scuola e Università, CobasScuola Sardegna e Cub scuola. Sabato dalle ore 15,30 a Piazza del Popolo a Roma, è prevista invece una manifestazione indetta dal Comitato Priorità alla scuola alla quale parteciperanno Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda della scuola. 

In alcune località la mancata nomina dei supplenti, il ritardo nell’arrivo dei banchi , le difficoltà nel reperire nuovi spazi o la volontà di eseguire test sierologici al personale, hanno indotto i sindaci a posticipare ancora l’inizio dell’anno scolastico.   

E’ di oggi la notizia che il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ha deciso di posticipare a lunedì 28 settembre, con un’ordinanza, l’avvio delle attività didattiche previste per domani. Anche a Reggio Calabria, nelle scuole sedi di seggio elettorale, le lezioni riprenderanno il 28. 

Così pure a Napoli le scuole di ogni ordine e grado che sono state sede di seggi elettorali apriranno lunedì 28 settembre e non il 24, data fissata nella Campania.   L’avvio delle attività scolastiche delle scuole pubbliche di Olbia materne, elementari, medie inferiori e medie superiori è posticipato al 29 settembre per permettere il completamento dei test sierologici sul personale scolastico. Nei comuni di Andria, Trani, Adelfia e Bitonto, i sindaci hanno deciso di rinviare l’apertura dal 25 al 28 settembre; a Torre del Greco (Napoli) la riapertura è stata posticipata addirittura al 1 ottobre; il 28 si tornerà in classe invece a Torre Annunziata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA