Questa domenica con il GP del Brasile Sebastian Vettel taglierà il traguardo dei 100 GP in rosso. Il tedesco ha collezionato 14 vittorie e 54 podi.

Sebastian Vettel – I 100 GP del tedesco in Ferrari, tra gioie e dolori, i cinque anni in Rosso di Seb.

L’avventura di Seb in Ferrari

Dopo aver vinto 4 mondiali con Red Bull, il tedesco nel 2015 approda in Ferrari; inizia così la sua avventura in rosso. La stagione 2015 inizia abbastanza bene, un podio in Australia e la prima vittoria con il cavallino nel GP di Malesia, a Sepang la Ferrari e Vettel mettono ko le Mercedes. L’ultima vittoria della rossa risaliva ormai al GP di Spagna del 2013; tutto ciò ha portato una ventata di felicità e speranza nei tifosi Ferrari. L’emozione e le prime parole in italiano di Seb nel team radio non le dimenticheremo più.

Tutto sommato la stagione 2015 è stata molto positiva, 3 vittorie e 10 podi per il tedesco che chiude al terzo posto nel mondiale dietro le due Mercedes. L’anno dopo, il 2016, sembrava l’anno giusto per battere le Mercedes ma così non è stato; una stagione abbastanza deludente per il tedesco, nessuna vittoria e solo 7 podi portati a casa, dalle stelle alle stalle. Il 2017 però inizia nel migliore dei modi, vittoria in Australia, nei primi sei GP Seb porta a casa 3 vittorie e 3 secondi posti e la Ferrari ha dominato tutta la prima parte del campionato ma, la Mercedes sempre più costante e anche più forte ha avuto la meglio alla fine del campionato. Per Seb è stata comunque una stagione positiva, subito dopo Hamilton c’era lui.

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel – Photo Credit : Scuderia Ferrari Official Twitter Account

Le ultime due stagioni

Anche il campionato 2018 si apre nel migliore dei modi, subito due vittorie in Australia e Malesia, molto buona la prima parte della stagione fino al GP di Germania, che segna l’inizio della fine per Seb. Un errore nel GP di casa che gli costa la vittoria, un errore da principiante che ricorderà per tutta la vita. Si apre così per il tedesco la porta dell’oblio; un susseguirsi di errori che fa scaldare la tifoseria Ferrari, la quale sembra non avere più fiducia in lui.

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel – Photo Credit : Scuderia Ferrari Official Twitter Account

Se l’errore nel GP di Germania è stato un punto critico per Seb, nel 2019 il punto di non ritorno si chiama Charles Leclerc, il neo acquisto Ferrari sembra essere una scheggia impazzita, il giovane monegasco va forte. Questo mette in crisi il tedesco che vede due GP vinti dal “predestinato” e 0 per lui, fino al GP di Singapore, dove finalmente ritorna sul gradino più alto del podio. La corsa per il mondiale però è oramai finita; la Ferrari e Seb sono già in ottica 2020. Non ci resta adesso che goderci le ultime due gare e festeggiare in Brasile i 100 GP di Seb in Ferrari. Tanti auguri Seb! #essereFerrari

Finish Line puntata 19

Se hai perso l’ultima puntata di Finish Line, il nostro programma che parla della F1 non temere, puoi recuperarla qui di seguito ed anche sul nostro canale YouTube!

🎤SIAMO IN DIRETTA! Ripercorriamo assieme l’ #USGP 🇺🇸 vinto da Valtteri #Bottas seguito da #Hamilton e #Verstappen. Lewis si laurea campione del mondo per la sesta volta in carriera ed è ad un passo dal record di #Schumacher. Gara da dimenticare per la #Ferrari di #Vettel e #Leclerc- Parleremo anche del nuovo regolamento #F1 del 2021. Questo e molto altro ancora su #FinishLine! ARTICOLO GARA GP USA: https://metropolitanmagazine.it/f1-gp-usa-2019-hamilton-campione/ARTICOLO PAGELLINE USA: https://metropolitanmagazine.it/pagelline-gp-usa-all-hail-king-lewis/ARTICOLO REGOLAMENTO F1 2021:https://metropolitanmagazine.it/monoposto-f1-2021/SEGUICI SU :INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9enswTWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsportFACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/NEWS MOTORI: https://www.metropolitanmagazine.it/category/motori-sportTWITCH: https://www.twitch.tv/motorsportmetropolitan

Gepostet von Motorsport Metropolitan am Dienstag, 5. November 2019

SEGUICI SU :