Attualità

Roma: aggressori tentano di dare fuoco ad un senzatetto 68enne

A Santa Maria Maggiore un senzatetto di 68 anni è rimasto ferito dopo che alcuni ignoti hanno provato a dargli fuoco

Paura nel centro di Roma dopo che qualche ignoto ha provato a dare fuoco ad un senzatetto. La vittima è un uomo senza fissa dimora di 68 anni, nato negli Stati Uniti. L’uomo vive per le strade di Roma da diversi anni ed è solito passare il suo tempo in compagnia di un altro senzatetto nella zona di Santa Maria Maggiore.

I due clochard si trovavano a dormire all’angolo tra la piazza di Santa Maria Maggiore e via Goberti, dove spesso chiedono l’elemosina, quando le coperte con le quali si stavano riparando dal freddo hanno preso fuoco. Le urla del senzatetto americano hanno svegliato anche il suo compagno polacco che ha chiamato aiuto. Il tutto è avvenuto intorno alle due e mezza della notte.

Roma: aggressori tentano di dare fuoco ad un senzatetto 68enne.
Fonte: Wikimedia Commons
Fonte: Wikimedia Commons

Il senza fissa dimora statunitense è riuscito a liberarsi dagli indumenti in fiamme prima che intervenissero gli agenti delle Volanti e del Commissariato Esquilino insieme con l’ambulanza che ha poi portato l’anziano al Policlinico Umberto I.

Gli investigatori di polizia stanno indagando sul caso e al momento non escludono l’ipotesi dolosa dell’incendio da parte di ignoti. All’interrogatorio degli agenti, infatti, i due senzatetto non sono riusciti a dare spiegazioni sull’origine del fuoco.

L’uomo statunitense è dunque riuscito a salvarsi la vita prima che le fiamme divampassero, egli risulta ferito ma assolutamente fuori pericolo. Questo, purtroppo, non si può dire per il caso avvenuto poco prima. Nella serata di giovedì infatti un clochard è morto carbonizzato sotto il viadotto Giovanni Gronchi, nel III Municipio Montesacro. Anche su questo caso la polizia sta ancora indagando per comprendere cosa o chi è stata la causa dell’incendio dal quale la vittima ha avuto la peggio.

Leggi anche: Attacco in Giordania in un sito archeologico romano, arrestato l’aggressore

Seguici su Facebook

Back to top button